Expo 2015: la Rho-Monza non sarà terminata in tempo

Autostrade parla di novembre 2016. L'arteria che doveva collegare la Brianza ai padiglioni sarà conclusa quando i padiglioni non ci saranno più.

Era stata presentata come l'autostrada che doveva garantire il collegamento con i padiglioni di Expo 2015, quindi la notizia che l'autostrada Rho-Monza non sarà invece conclusa in tempo per l'esposizione universale lascia un po' perplessi. Ma, nonostante il varo del supercommissario, si sapeva che con una tabella di marcia dei lavori all'insegna dei ritardi e delle corse contro il tempo non poteva filare tutto liscio.

Adesso, abbiamo la prima vittima: la Rho Monza sarà finita solo nel 2016. Lo ha fatto sapere Autostrade Italiane, che assieme a Milano Serravalle ha il compito di costruire questa arteria. La cosa, ovviamente, non è piaciuta a Giuseppe Sala, commissario dell'Expo: il rischio è che chi arriva da Venezia o dalla Brianza debba passare dalla città per raggiungere i padiglioni, con la conseguenza di ingolfare ancora di più una città che già sarà alle prese con parecchi problemi di viabilità.

Ragion per cui, quel "novembre 2016" che è stato presentanto da Autostrade come data di consegna proprio non va giù. 300 milioni di euro investiti per trasformare una provinciale in una "autostrada urbana" da due corsie per senso di marcia che metta il collegamento il nord est e il nord ovest di Milano. E neanche si trattasse di un'opera faraonica: 9,2 chilometri.

C'è un modo di uscirne? Sala ha chiesto di bruciare le tappe in ogni modo possibile (cosa che mette sempre un po' di apprensione), Autostrade ha risposto che entro venerdì presenterà un nuovo progetto. Ma che davvero la fantomatica Rho Monza possa essere consegnata per tempo non lo crede più nessuno.

  • shares
  • Mail