Aumenti di abbonamenti e biglietti Atm in arrivo

Tessere mensili da 30 a 35 euro, annuali a 330. Ma potrebbero non bastare.

Finché il Comune di Milano non avrà trovato il modo di ripianare il buco di bilancio ci si devono aspettare aumenti e minacce di aumento un po' su tutti i fronti. L'ultimo dei quali è quello dell'Atm (peraltro anche lui alle prese con problemi che hanno portato all'allungamento dell'orario estivo), visto che si torna a parlare della possibilità che venga aumentato sia il biglietto normale che gli abbonamenti mensili e annuali.

Dopo quattro ore di vertice non è stata presa nessuna decisione definitiva, ragion per cui il voto previsto per oggi potrebbe slittare. Il problema non riguarda solo gli aumenti dell'abbonamento, ma anche gli aumenti del biglietto. E anche di quanto aumentarli e in che data.

Gli abbonamenti mensili saliranno, questo è certo. Probabilmente dai 30 euro di oggi a 35 o al massimo 38. Meno pesante il rincaro per quelli annuali, che probabilmente arriveranno a 330 dai 300 che costano al momento. Ma quando farli, questi rincari? Buona parte della giunta spinge per aspettare fino al 2015, quando ci sarà l'inaugurazione definitiva della linea 5; ma si deve scontrare con l'assessore al Bilancio Francesca Balzani, secondo cui i rincari vanno fatti adesso. Non solo: il prezzo degli abbonamenti deve salire del 25%, che è il rincaro Istat considerando che quelle tariffe sono bloccate da 15 anni.

E i biglietti? Dopo il rincaro record che ha portato il prezzo a un euro e 50, sembra quasi improponibile far crescere ancora il biglietto del tram, soprattutto se si vuole puntare sulla mobilità pubblica a scapito delle automobili. È un po' una extrema ratio, ma se ci sarà bisogno, si agirà anche su questo punto.

  • shares
  • Mail