Navigli: si torna a navigare, anche la "via dei marmi".

idrovia

Un'impresa dal gusto retrò che invece un tempo era una consuetudine per il trasporto delle merci. Da una parte la rievocazione della “via dei marmi”, l’antico sistema idroviario utilizzato già nel Trecento per trasportare i blocchi di marmo dalle cave di Candoglia. Dall'altra la “Gustovia del Po” (Parma Mantova, Ferrara), per raggiungere Venezia Trieste. Questa l'impresa “In viaggio sui Navigli discesa in barca per il recupero dell’idrovia Locarno Milano Venezia Trieste” che alcuni arditi hanno iniziato 3 giorni fa. Cinque imbarcazioni (e un'unita navale della marina di Venezia) sono arrivate oggi a Milano dopo 3 giorni di navigazione con partenza da Locarno e attraverso il Lago Maggiore, il fiume Ticino, il Canale Industriale e il Naviglio grande. Già domani le imbarcazioni proseguiranno il viaggio con destinazione, il 26 aprile, Trieste.

L'equipaggio rimarrà a Milano per dare inizio alla Settimana della Cultura, con la navigazione delle Conche (Conchetta e Conca Fallata) del Naviglio di Pavia. Sarà possibile prenotare un’escursione su questo percorso fino al 27 settembre. La partenza è dall’approdo situato in Alzaia Naviglio Grande 4; si raggiunge il sostegno idraulico “Conchetta”, passando per la Darsena di Milano. Sono previste corse mattutine, pomeridiane e serali di circa 55 minuti sul battello da 40 posti. Si naviga a 12 euro, dal venerdì alla domenica, dalle ore 10.15 alle ore 18.15 con cadenza oraria, con una pausa dalle 13.20 alle 15.00.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: