Arte - Twister, la rete dei musei per l'arte contemporanea

Twister
Può l'arte essere uno dei motori che riattivi un meccanismo virtuoso per uscire dalla crisi? Oppure la grande quantità di progetti e di collaborazioni che stanno nascendo in questo periodo sono proprio un tentativo dell'arte di superare questo duro momento? Qualunque sia la risposta è sempre un piacere scoprire progetti come Twister, presentato in forma ufficiale ieri al Pirellone, un'alleanza tra i dieci musei lombardi per l’arte contemporanea della nostra regione.

Se si voleva scegliere un nome che indicasse come questo progetto debba essere coinvolgente e dinamico, in modo da creare un vortice virtuoso tra le realtà interessate, non poteva che essere Twister, traducibile come "tornado". Una rete capace di costruire un unico progetto artistico fra musei che offre maggiore visibilità all'arte contemporanea in Lombardia. Per dirla in altre parole, un modo per valorizzare il complesso, trasformandolo in qualcosa di più grande della somma dei singoli elementi che la compongono.

I dieci musei coinvolti nel progetto sono: i Civici Musei di Milano con il Museo del Novecento, il Fia con la Villa e la Collezione Panza di Varese, la Fondazione Stelline di Milano, la Galleria del Premio Suzzara, la Gam Civica Galleria d'Arte Moderna di Gallarate, la Gamec Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo, il Mam Museo d'Arte Moderna e Contemporanea di Gazoldo degli Ippoliti, in provincia di Mantova, il Museo Civico Floriano Bodini di Gemonio, il Museo d'arte contemporanea di Lissone, Milano, e il Premio Nazionale Arti Visive Citta' di Gallarate.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: