Weekend fuori porta - La folle genialità del Museo Europeo dei Trasporti di Ranco

Museo Europeo dei Trasporti di Ranco
La gita fuori porta di questo weekend ci porta in un piccolo mondo antico capace di affascinate con la sua maniancale ricerca storica, ma che stupisce anche per la densità di materiale raccolto in uno spazio tutto sommato esiguo e un'atmosfera un po' kitsch che non può non divertire grandi e piccini. La meta di questo fine settimana è il Museo Europeo dei Trasporti di Ranco, fondato da Francesco Ogliari, poliedrico appassionato di trasporti che fu anche assessore del Comune di Milano.

Il museo è un fazzoletto di terra nella conca di Ranco, paese di pescatori e piacevole e rasserenante villeggiatura, dove il lago Maggiore si acquieta sotto la Rocca di Angera e i pianori si distendono a coltivo fino a Ispra, e raccoglie in modo "scientifico" cimeli e memorie storiche dei trasporti pubblici italiani e internazionali messi in mostra attraverso diorami e ricostruzioni di stazioni, fermate del tram e svariati altri luoghi di transito. Una passeggiata di circa tre ore dove in pochi passi si viene proiettati da una diligenza del west americano, a un vagone dei treni continentali di inizio secolo, ai tram delle metropoli europee. Una ricerca fatta con estrema cura, da un uomo che ha fatto dei trasporti la sua vita, con un gusto chiassoso e un po' pacchiano che lo rende estremamente divertente. Non manca anche una sala dedicata ad un enorme plastico con decine di trenini elettrici in continuo movimento.

L'ingresso a museo, come recita il cartello firmato da Ogliari all'ingresso, è rigorosamente gratuito. Terminata la visita, si può completare la giornata con una passeggiata lungo il Lago Maggiore presso la cittadina di Angera, con una visita alla splendida Rocca che dall'altro domina gran parte del bacino lacustre.
Museo Europeo dei Trasporti di Ranco
Museo Europeo dei Trasporti di Ranco
Museo Europeo dei Trasporti di Ranco
Museo Europeo dei Trasporti di Ranco
Museo Europeo dei Trasporti di Ranco

Ranco è un piccolo paesino sul Lago Maggiore, ma Ogliari non ha fatto a meno di far notare come vi si possa arrivare in treno, in autobus e anche in battello, anche se ovviamente il mezzo più comodo è l'auto. Per raggiungere Ranco si prende l'autostrada A8 in direzione laghi, al bivio di Gallarate si prosegue a sinistra in direzione della Genova-Gravellona Toce e si esce all'altezza di Vergiate. Da qui si prende la statale in direzione Angera e si raggiunge Ranco da un suggestivo lungo lago. C'è anche l'imbarcadero a Ranco: da Arona, da Stresa, da tutto il Lago Maggiore si può giungere al Museo con i battelli e gli aliscafi della "Navigazione Laghi".

Museo Europeo dei Trasporti Ogliari
Via Alberto 99 - 21020 Ranco (VA)

Foto | Museoweb e Museo Ogliari

Museo Europeo dei Trasporti di Ranco
Museo Europeo dei Trasporti di Ranco
Museo Europeo dei Trasporti di Ranco
Museo Europeo dei Trasporti di Ranco
Museo Europeo dei Trasporti di Ranco
Museo Europeo dei Trasporti di Ranco
Museo Europeo dei Trasporti di Ranco
Museo Europeo dei Trasporti di Ranco
Museo Europeo dei Trasporti di Ranco
Museo Europeo dei Trasporti di Ranco
Museo Europeo dei Trasporti di Ranco
Museo Europeo dei Trasporti di Ranco
Museo Europeo dei Trasporti di Ranco
Museo Europeo dei Trasporti di Ranco
Museo Europeo dei Trasporti di Ranco
Museo Europeo dei Trasporti di Ranco
Museo Europeo dei Trasporti di Ranco
Museo Europeo dei Trasporti di Ranco
Museo Europeo dei Trasporti di Ranco
Museo Europeo dei Trasporti di Ranco
Museo Europeo dei Trasporti di Ranco

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: