Zelig Cabaret, presentata la stagione 2013/2014: la conferenza stampa

Giancarlo Bozzo: "Siamo stanchi di sentirci oppressi dalla frase 'c'è la crisi', Zelig è il modo migliore per affrontarla"

Si è tenuta ieri allo Zelig Cabaret in viale Monza la conferenza stampa di presentazione della nuova stagione dello storico locale.Giancarlo Bozzo, il papà di Zelig, ha introdotto così:

"Non solo Zelig prima serata e seconda serata, ma ipotesi di trasmissioni diverse, progetti che riguardano corsi di scrittura e comunicazione, incontri con le realtà creative italiane, che lavorano sia sul web che negli altri media, un premio dedicato al nostro Gianni Palladino, insomma molte cose in cantiere proprio in questo momento perché ci siamo stancati di sentirci oppressi dalle parole: 'c'è la crisi'. Certo che c'è, ma questo ci pare il modo migliore per affrontarla. Dimenticavamo: col sorriso sulle labbra naturalmente"

Moltissime sono le proposte in programma, tra cui una davvero molto particolare: il laboratorio Diversamente Zelig, patrocinato dall'ENS. L'idea è quella far incontrare sul palco artisti sordi e udenti per condividere una ricerca sul linguaggio comico che integri due diverse lingue e culture. La realizzazione delle serate prevederà sia un lavoro di scambio e incontro, sia la sperimentazione in scena con il pubblico.

Proprio in correlazione con questo progetto, l'intera conferenza stampa è stata tradotta in LIS da un interprete.

Zelig Cabaret, il programma


La 27esima stagione del locale milanese Zelig Cabaret inizierà il 13 settembre, con tre serate di improvvisazione teatrale a cura della Compagnia Teatribù (13/14/15 settembre).

In cartellone ci saranno sia alcuni attesi ritorni 'big' (Antonio Cornacchione, Paolo Cevoli, Raul Cremona, Diego Parassole, Giovanni Vernia), sia gli spettacoli dei laboratori (Laboratorio Artistico; Le scemette; Zelig Psyco; il già citato Diversamente Zelig; la telenovela comica dal vivo Volver; Zelig Street; Platone, la caverna dell'informazione; Conto fino a Tre, parola di papà!; Ci vuole orecchio).

Torneranno sul palco di viale Monza 140 anche gli 'emo', ovvero I Mancio e Stigma, i Senso d'Oppio, Alessandro Fullin, Stefano Chiodaroli, La Cesira, Giancarlo Kalabrugovic, Sarà Salvaggio, i Boiler, Antonio Ornano e Francesco Tomasinelli, e, a grande richiesta, anche Zelig in English, a cura di John Peter Sloan, e Zelig Hard, ovvero 'tutto, ma proprio tutto quello che in televisione non si può fare o dire'.

  • shares
  • Mail