Dove bere birre artigianali a Milano

Dallo storico Birrificio Lambrate al Bq. Elenco incompleto dei pub dove scoprire il vero gusto della birra.

Negli ultimi anni le birre artigianali hanno preso a spopolare. Facendoci finalmente scoprire che quello che avevamo bevuto fino a quel momento ben poco aveva a che fare con una buona birra. E quindi addio Heineken e Tennent's, e benvenuto alle varie Chouffe, Lupulus e Sant Ambroeus.

Sempre considerando che alcune di queste marche che si fregiano del titolo di "artigianale" sono ormai produzioni - comunque locali - che fatturano grandi cifre e distribuiscono in tutto il mondo. E che, per quanto riguarda Milano, i posti dove bere birre artigianali si dividono in due categorie principali: i pub dove si bevono birre belghe e i pub dove si bevono le birre create dai birrifici milanesi (il che nella quasi totalità dei casi significa Birrificio Lambrate).

Proprio per questa ragione non si può che partire dal Birrificio Lambrate. Il pub di via Adelchi 5 (manco a dirlo, zona Lambrate) è direttamente collegato alla produzione del microbirrificio: nati entrambi nel 1996 sono rapidamente diventati una vera e propria istituzione meneghina. Pioneri della birra artigianale a Milano con le loro Sant Ambroeus (ottima bionda doppio malto), Montestella, Domm, Ligera, Ortiga e via così. Tutte birre che ben poco hanno da invidiare alle loro controparti belghe.

Ittolittos. Parlando di birre belghe e spostandoci nella zona sud di Milano non si può non pensare all'IttoLittos (via Olgiati 25, zona Barona). Qui si possono trovare le varie Chouffe, Lupulus e le altre belghe. Ma non mancano anche birre tedesche e nemmeno quelle provenienti dai birrifici italiani. Una particolarità è che le birre alla spina (ma ci sono anche in bottiglia) continuano a ruotare, il che rende obbligatorio chiedere consigli al gestore, che se è in vena vi racconterà la storia di ogni singolo birrificio.

Hop. Da zone un po' più periferiche ci spostiamo in centro, all'Hop (viale Regina Margherita, 16). Posto noto ai più per essere "dietro al Mom", ma che merita una notorietà tutta sua. Molto vivace nei weekend (se non sbaglio soprattutto il venerdì), ha davanti un marciapiede enorme dove si può fare tranquillamente "piazza". Qui le birre sono di provenienza italiana, e la parte del leone la fanno quelle del Birrificio Lambrate.

Isola della Birra. Se il caos dell'Hop non vi fa venire voglia di andarci, è molto più tranquilla l'Isola della Birra (via Medardo Rosso 18, zona Isola), che ha in dotazione più o meno le stesse birre milanesi e una bella varietà di birre in bottiglia.

Bq. Il nome sta per "birra di qualità" quindi ci si può andare tranquilli di riuscire a bere bene. Si trova in via Losanna 36, zona Fiera/Cenisio. Il sito purtroppo non è aggiornato dai tempi che furono, ma ci si trova ancora un utilissimo elenco delle birre. Che non sono quelle dei birrifici milanesi, ma in larghissima parte belghe. Si beve e si mangia anche bene, visto che i panini sono tutti a base di prodotti dop. Unica pecca, l'atmosfera troppo minimal lo rende un luogo un po' freddo.

La Ratera. Altro luogo storico per gli amanti della birra artigianale è La Ratera (via Ratti 22, zona Trenno). Il posto è bello e accogliente e ha anche un amplissimo dehor, nonché una gran bella scelta di birre belghe e tedesche. Ormai è parecchio tempo che non ci torno, ma, come contro, ricordo i prezzi più alti della media degli altri locali e l'attesa per le birre che a volte si faceva sconfortante. Se siete di quelle parti, però, è un must.

Foto | Birrificio Lambrate

  • shares
  • Mail