Recensioni: J's Hiro un ristorante giapponese tra Porta Romana e Porta Lodovica


Il piccolo J's Hiro di Via Vittadini 7, una ventina di posti a sedere, è stato aperto nel 2006 da una signora di Osaka e come lei anche quasi tutto il resto del personale arriva dal Giappone. Questo per mettere subito le mani avanti e puntualizzare che non è un ristorante cinese travestito da giapponese. L'ambiente è accogliente, anche se sembra di entrare in una sala da thè più che in un ristorante, e il servizio è assolutamente dignitoso.

Sia a mezzodì che alla sera potete ordinare a la carte, tra l'altro ci sono anche molti piatti 'casalinghi' (come le crocchette o lo yakisoba) che non si trovano in altri ristoranti, a mezzogiorno però potete anche scegliere tra una dozzina di menù preimpostati che partono da una decina di euro e arrivano, con il menù più costoso a base di sushi e sashimi, a venti euro. La birra in bottiglia, rigorosamente Asahi o Kirin, la pagate cinque euro, mentre il coperto non si paga. A meno che non si sia dimenticata di segnarmelo...

In poche parole potete spendere dai 15 ai 30 euro a mezzogiorno e gustarvi delle portate nipponiche di buona qualità. L'unica pecca sono le porzioni, devo dire piuttosto scarsine. Oltre al menù ho preso anche un piatto di yakisoba (9 euro) e con cinque sbacchettate me lo sono ingollato tutto.

ristorante giapponese j\'s hiro
ristorante giapponese j's hiro
ristorante giapponese j's hiro

ristorante giapponese j's hiro

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: