Distributori automatici di biglietti per strada: perché a Roma sì e a Milano no?


Capita a volte di andare in un'altra città, trovare dei servizi che mancano a Milano, e chiedersi un po' sconsolati il perché. Mi è successo recentemente con Monaco e le sue piste ciclabili, in continua espansione. Ma questo avrà probabilmente meravigliato pochi, visto che Milano soffre notoriamente di un complesso di inferiorità verso le altre città europee.

Stupirà invece forse di più il milanese medio questa mia ultima scoperta: a Roma esistono distributori automatici di biglietti anche fuori dalle stazioni della metropolitana, per strada. Ne potete vedere un esemplare nella foto qui sopra, scattata in Corso Vittorio Emanuele II.

Come mai di macchinette di questo tipo, utilissime quando i tabaccai sono chiusi e si è lontani da una metropolitana, a Milano non c'è traccia? Spesso si adduce a giustificazione il fatto che i distributori diventerebbero subito oggetto di vandalismo. Però, come potete notare osservando le immagini in galleria, il rimedio esiste: l'impianto di ATAC è sorvegliato infatti da un sistema CCTV.

L'interrogativo quindi rimane: perché a Milano no? Non è una domanda retorica, sono davvero interessato a conoscere la vostra opinione. Perché io non riesco proprio a spiegarmelo.

Distributori automatici di biglietti ATAC a RomaDistributori automatici di biglietti ATAC a Roma

  • shares
  • Mail
37 commenti Aggiorna
Ordina: