Asta da Christie's lunedì e martedì si battono capolavori dell'arte contemporanea, moderna e antica

Non è proprio una svendita quello che tra il 25 e 26 maggio si svolge nelle pettinate sale della maison Christie's a Palazzo Clerici. All'asta alcuni "dipintucoli" d'arte moderna e antica, il cui ricavato potrebbe finanziare la ricostruzione dell'ospedale dell'Aquila, tanto per fare un esempio.

Si comincia lunedì con una grande selezione di arte moderna e contemporanea, provenienti da collezioni private, in particolare dalla raccolta dello storico e critico d'arte Lionello Venturi. Proprio da quest'ultima arriva la Natura Morta di Giorgio Morandi, datata 1951 e valutata fra i 400mila e i 600mila euro. Sarà battuto anche il Cavaliere Caduto di Giorgio De Chirico, un quadro che viene venduto all'asta per la priva volta. Qui si viaggia tra i 220mila e 320mila euro. Ci sono anche I Cavalieri in un paesello con castello, sempre di De Chirico. E ancora Boccioni, Chagall, Guttuso, Fontana, Hartung, Pomodoro, Boietti, Schifano, Sironi, Vedova e Cassinari.

Martedì 26 sarà invece la volta dei dipinti antichi. La star dell'asta è la Cleopatra di Guido Reni, uno dei più importanti dipinti del Barocco italiano. Nessuna stima ufficiale e' stata fornita da Christie's, anche se sul mercato antiquario circolano ipotesi che oscilli, udite udite, tra 2 e 3 milioni di euro.

Scommetto che vi state chiedendo come poter partecipare. Presto detto. Si acquistata il catalogo, o si visiona l’asta sul sito o si visita l'esposizione pre-asta, ad ingresso libero, aperte al pubblico (solitamente 3-4 giorni prima dell’asta). E poi ci si registra, previa comunicazione dei dati bancari (nome della banca, numero di conto, telefono e nome di una persona di riferimento presso la banca).

  • shares
  • Mail