Guinness dei primati a Milano: tra sabato 12 e domenica 13 ottobre l'impresa "Attaccàti al tram"

Claudio Nelli, Christian Busato e Federico Beltrami cercheranno di aggiudicarsi un nuovo Guinness World Record

Un'iniziativa ambiziosa quella di "Attaccàti al Tram": tre ragazzi, Claudio Nelli, Christian Busato e Federico Beltrami percorreranno da capolinea a capolinea, per un'intera giornata, dall'inizio al termine del servizio, tutte le 17 linee tranviarie urbane di Atm, per un totale di 150,2 chilometri.

Questo per provare ad aggiudicarsi un nuovo Guinness World Record. La prova si svolgerà dalle ore 4.40 di sabato 12 ottobre all'1 di notte di domenica 13.

In altre città del mondo sono state compiute imprese simili, ma sulle reti della metropolitana (Milano a differenza di New York o Parigi ne ha soltanto tre). Ad oggi il record è detenuto da Kevin Foster, che ha percorso l'intera metropolitana di New York in 26 ore, 21 minuti e 8 secondi.

Questi gli auguri del presidente di Atm, Bruno Rota:

"Abbiamo aderito con piacere alla richiesta di aiutare questi ragazzi nel definire il percorso per questo curioso record, che ha il merito di dare importanza al mezzo pubblico più antico di Milano, il tram, e che mostrerà a tutto il mondo quanto Atm è importante per la propria città. Voglio mandare a Christian e ai suoi compagni di viaggio un grande in bocca al lupo per questa impresa eccezionale"

Le regole del The Guinness World Record™ sono:

- i concorrenti si impegnano a percorrere tutte le linee urbane interamente, da capolinea a capolinea, anche dividendole in 2 tratti, per ridurre il tempo di viaggio

- i concorrenti non hanno l'obbligo di scendere ad alcuna fermata, ma ne hanno facoltà se è funzionale al percorso (in questo caso la linea deve essere poi ripresa dalla fermata alla quale sono scesi)

- i trasferimenti tra le diverse linee devono essere effettuati solamente a piedi o attraverso altri mezzi pubblici, come autobus, metropolitane, BikeMi. Non sono permessi moto, auto private, taxi, bici private, skateboard e pattini

In bocca al lupo!

ps. la vera impresa sarebbe tornare a casa, da Milano all'hinterland, in tempi ragionevoli. Ma forse sarà per un'altra volta.

  • shares
  • Mail