Limite di 30 all'ora in tutto il quartiere Solari: area protetta per ciclisti e pedoni

Rivoluzione sicurezza nella zona tra Solari e Tortona. Arrivano i dissuasori e le piste ciclabili. Il progetto elaborato dai residenti è stato adottato dal Comune e sarà completato entro il 2015


Esattamente due anni fa moriva Giacomo Scalmani, il ragazzino di 12 anni che in bici, per evitare la portiera di un’auto parcheggiata in sosta vietata, fu travolto e ucciso dal tram. Da allora un gruppo di lavoro composto da alcuni genitori del quartiere ha elaborato un piano di riqualificazione e messa in sicurezza.

Proprio da questo il Comune è partito per concepire un piano che permettesse di collegare le scuole con le piste ciclabili, oltre a garantire più sicurezza per pedoni e ciclisti. Nella pratica, nell’area compresa tra i viali Coni Zugna e Troya (che saranno esclusi dal limite dei 30 all’ora, come via Solari), l’asse Valparaiso-Cola di Rienzo e via Tortona verrà creata una grande zona 30.

In pratica si restringerà la carreggiata in alcuni tratti e si installeranno dissuasori e cunette. Inoltre verrà vietato il passaggio durante l’entrata e l’uscita dalle scuole elementari di via delle Foppette e medie in via Loira (per quella in via Bergognone ci sono ancora problemi tecnici). Previste anche nuove piste ciclabili, che uniscano quelle che già esistono, come su via Dezza. Si tratta, per lo più, di «piste in contromano protette».

Un esempio: su via Tortona, a senso unico (come su via Stendhal e via Cola di Rienzo), in direzione circonvallazione di viale Misurata sul lato destro verrà inserito un percorso ciclabile protetto tra il marciapiede e la fila di auto in sosta. Dal lato opposto, invece, le bici viaggeranno 'miste' alle auto.

Il piano è uno dei sette previsti per il 2014. Dopo quella istituita in centro si aspettano gli interventi in vie Paruta, Muratori, De Angeli, Dergano e Figino e in piazza Frattini.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: