Torna a Milano il Festival dei beni confiscati alle mafie

Quest'anno il festival dei Beni confiscati alle mafie che si terrà a Milano il prossimo fine settimana, è dedicato a Lea Garofalo, la testimone di giustizia rapita e uccisa dalla 'ndragheta nel 2009 e commemorata dalla città con un funerale pubblico lo scorso 19 ottobre

Da venerdì 8 novembre a domenica 10 torna a Milano il Festival dei beni confiscati alla mafia: sono in programma più di cinquanta eventi di musica, arte e cultura. Mentre, gli spazi confiscati ai boss della criminalità organizzata – per lo più appartamenti e negozi riassegnati per uso sociale – saranno aperti al pubblico. La Lombardia e Milano sono tuttora ai primi posti in Italia per numero di immobili e aziende confiscate alle mafia. I dati della Anbsc (Agenzia nazionale beni sequestrati e confiscati) sono chiari: quasi mille i beni sequestrati in Lombardia (quarta in Italia dopo Sicilia, Campania e Calabria e prima della Puglia), di cui la metà nella sola provincia di Milano.

All'ombra della Madonnina, tra aziende e immobili, sono stati più di 450 i beni sequestrati. Inoltre, l'assessore alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino, ha attualmente in carico 118 unità immobiliari e ha appena chiuso due bandi per altri 13 beni che saranno presto assegnati.

In questi luoghi oggi svolgiamo attività sociali, assistiamo persone in difficoltà, offriamo sostegno a chi ha bisogno. Il Festival sarà l'occasione per ricordare che la nostra città è stata territorio di attività illegali, ma che oggi più che mai intendiamo contrastare il rischio di nuove infiltrazioni mafiose, opponendo un'autentica cultura della legalità

Il Festival dei Beni Confiscati è promosso dal Comune di Milano, in collaborazione con Libera e Anbsc e il sostegno di Fondazione Cariplo. Alla manifestazione parteciperanno oltre 80 tra attori, scrittori e musicisti, numerose associazioni, operatori e volontari.

Nelle tre giornate partirà la raccolta di firme organizzata da alcuni consiglieri comunali per la proposta di legge di iniziativa popolare contro il gioco d'azzardo, presentata a Palazzo Marino il 9 ottobre. Numerose infine le merende organizzate e realizzate dai cuochi sociali in tutti e tre i giorni del Festival.

In questa pagina il programma dettagliato.

  • shares
  • Mail