Giunta Podestà: Tiziana Maiolo tra i "papabili" assessori

tiziana maiolo, giunta podestà

Precedentemente avevamo parlato di Maristella Cipriani, possibile sorpresa della giunta Podestà. Scorrendo i nomi dei papabili assessori non può non saltare all'occhio quello dell'onnipresente Tiziana Maiolo, conosciuta per i repentini cambi di schieramento che hanno caratterizzato la sua vita politica.

Le abilità camaleontiche non sono certo mancate a questa parmigiana di nascita, straordinariamente simile a Vanna Marchi. Negli anni 90', in cui Milano era al vertice per i morti di eroina, fu eletta nelle file degli Antiproibizionisti sulla droga. Nel 1992 passò a Rifondazione Comunista, nel 1993 tentò l'ardua impresa di candidarsi sindaco a Milano con una lista civica, appoggiata dai radicali, ma non riuscì nemmeno a diventare consigliere.

Nel 1994 la “capezzoniana” conversione sulla via di Arcore che ha reso politicamente più radiosa la sua vita politica... insomma, ora è assessore alla sicurezza a Buccinasco. Giustamente anche lei ama citare “Con un po’ di trucco e con la mimica puoi diventare un altro” da "Caruso" di Lucio Dalla. Degno di nota il suo blog (purtroppo inattivo dal novembre 2008), dove si è spesso lasciata andare ad aforismi che avrebbero potuto fare epoca del tipo:

Me lo hanno detto con sicurezza: Marco Travaglio ce l’ha piccolo.

Foto| Tizianamaiolo.it

Di diventare assessore nella giunta Podestà ne è sicurissima. Qualche mese fa ha dichiarato ad Affari Italiani:

Ci tengo a precisare che la mia candidatura c'è sempre. Io ho fatto un accordo con Guido Podestà, nel senso che chiunque dei due sia il candidato collabora con l'altro. Scendo nei particolari: ho un impegno con Podestà per cui, visto che per ora il candidato è lui, ed è stato indicato da Berlusconi, farò la coordinatrice della campagna elettorale. Faccio la campagna per lui e con lui e poi vado a fare l'assessore con una delega importante, non bricioline.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: