Venerdì e sabato ci sono "Gli stati generali dell'Expo" al Teatro Dal Verme



Dopo il sito Exponiti e il relativo sondaggio ecco un'altra iniziativa che serve ad avvicinare la cittadinanza all'evento Expo 2015: "Gli stati generali", un nome che evoca le vicende della Francia rivoluzionaria. A suo tempo in Francia l'assemblea degli Stati Generali generò l'Assemblea nazionale costituente che poi diede l'impulso a quella che poi fu la Rivoluzione francese con il taglio delle teste reali. Se c'è un parallelismo con l'Expo trovatelo voi.

Giovedì 16 e venerdì 17 luglio al Teatro Dal Verme ci sarà "un grande braistorming, un forum libero di condivisione e di dialogo al quale ognuno potrà partecipare: cittadini, istituzioni, università, mondo del volontariato, della comunicazione, dell'arte, della cultura, dello spettacolo, del turismo". Tre sessioni speciali: una dedicata ai giovani, una sul modello della manifestazione, una sui contenuti dell’Expo.

Strade, edifici e infrastrutture sono indispensabili, ma le vere fondamenta su cui dovrà poggiare questo appuntamento storico sono i contenuti, che dovranno venire da tutta la società civile.

In pratica l'idea è quella di far confluire alla manifestazione idee e progetti dei cittadini. Leggi come dopo il salto.

Iscrivendosi sul sito si sceglie la sessione in cui si vuole intervenire, si descrive l'intervento e si invia l'eventuale documentazione (materiali testuali, audio, immagini, etc,). Ognuno avrà a disposizione al massimo 5 minuti: il termine del tempo sarà segnalato da un semaforo luminoso. Compatibilmente con il tempo a disposizione verrà lasciato uno spazio per il dibattito in ogni sessione. Sarà comunque disponibile al Teatro dal Verme un Video box dove registrare la propria idea: i contributi saranno così visibili sul sito. "Tutte le idee e le proposte inviate ed emerse durante gli Stati generali verranno in ogni caso pubblicate online e valorizzate in vista dell'Expo 2015".

La manifestazione inizia con gli interventi introduttivi della Moratti e Formigoni. E ancora gli interventi degli architetti Stefano Boeri e Italo Rota. Alle 11 l'intervento di Giorgio Vittadini “Che cosa si aspettano i giovani dall’Expo, come se la immaginano, come la vorrebbero” con la conduzione dell'avvenente conduttrice Lucilla Agosti. Da non sottovalutare anche l'intervento successivo: “Che cosa si aspettano le donne dall’Expo”. Il giorno successivo il programma è molto più risicato (solo la mattina), solo due sessioni, di cui segnaliamo la prima “Che cosa significa nutrire il pianeta?” con la conduzione di Belpietro. Qui comunque trovate l'intero programma.

Non mancano i cadeaux: ai primi mille che interverranno all'evento Atm regalerà un abbonamento gratuito per 2 giorni sull'intera area metropolitana.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: