Il quartiere Vercelli si ribella all'apertura di una nuova sala slot: lo slot mob sabato 23

Continua la mobilitazione contro l'apertura dell'ennesima sala slot nel quartiere Vercelli. Uno slot mob per dire "basta".

Sale la febbre per il gioco d'azzardo e le sale dedicate si moltiplicano a vista d'occhio. A breve, ne sarà inaugurata un'altra in corso Vercelli, una sala slot di ben tre piani. Ma in molti cominciano a ribellarsi, in primis gli stessi residenti, che hanno raccolto ben 1800 firme. Così il battagliero comitato:

Lì vicino ci sono tre scuole, la biblioteca, due gelaterie. Tutti centri di aggregazione giovanile. E via Marghera è piena di negozi. E’ come se il commercio locale avesse mandato alla sala giochi merce pronta per l’uso. Lamentiamo l’assenza della politica, sia del consiglio di zona sia del Comune.

La nuova sala slot sarebbe la terza nata nei dintorni in poco tempo. Sulla stessa onda il coordinamento lombardo della campagna Mettiamoci in gioco, che ha ideato uno slot mob «per far sì che non diminuisca l'attenzione dei politici e si prosegua con la stesura di una legge quadro sul gioco d'azzardo in Italia».

L'appuntamento è per sabato 23 alle 11.15 davanti al civico 51 di corso Vercelli. Il percorso attraversa piazza Piemonte e via Marghera, passa per via Buonarroti e piazza Wagner, per poi concludersi alle 12.30. La politica è il principale destinatario dell'iniziativa milanese.

La Regione Lombardia ha approvato recentemente una legge già annunciata contro il gioco d’azzardo patologico che introduce, tra l’altro, restrizioni sulle distanze delle sale gioco da scuole, chiese, luoghi d’aggregazione e anche dai ‘compro oro’, oltre che controlli rigorosi in materia di sicurezza. Un palliativo certo, in mancanza di una legge nazionale. La pubblica opinione scalpita. Vedremo se e quando verrà ascoltata.

  • shares
  • Mail