Weekend fuori porta - Il turismo idroelettrico in Lombardia

Diga di Trona
Il weekend fuori porta di questa settimana ha una meta piuttosto curiosa, anzi per essere precisi ha diverse mete accomunate dal paesaggio di montagna e da un certo fascino che non sono in pochi a subire. Zaino in spalla e scarponcini ben stretti partiamo alla scoperta del turismo idroelettrico in Lombardia!

Se mai vi è capitato di dover attraversare una diga in alta montagna vi sarete sicuramente resi conto del sinistro fascino che emana. Escludendo casi celeberrimi come il Vajont con tutto quello che esso rappresenta, la diga e il lago artificiale che essa crea, sono una sorta di trasformazione della montagna attuata dall'uomo, quasi una vittoria contro la natura (per questo ovviamente ci saranno anche detrattori) ma realizzati con un occhio di riguardo nei confronti proprio di essa.

Le dighe sono spesso grandi opere circondate da solitudine e silenzio, delle cattedrali nel deserto senza fedeli che le visitino, immensi artefatti che traggono dalla forza delle acque l'energia elettrica che illumina (ma non solo) le nostre case. In occasione della sponsorizzazione del progetto Girarifugi, un interessante network tra alpeggi e bivacchi sulle montagne di Lombardia, Enel offre la possibilità in alcuni periodi dell'anno di visitare gli impianti sparsi qua e là sul territorio regionale (in provincia di Bergamo, Brescia, Sondrio e Varese). Il progetto nasce nel 2003 e comprende veri e propri percorsi didattici e naturalistici dove sono installati dei pannelli attraverso i quali è possibile scoprire caratteristiche e funzionamento dei sistemi idroelettrici delle Valli Brembana, Camonica, Gerola, Malenco, Seriana e Veddasca.

Sempre nell'ambito del progetto Girarifugi, presso gli uffici di promozione turistica, è possibile ricevere un’apposita tessera che verrà timbrata di volta in volta al passaggio di un rifugio che offrirà pernottamenti e ristori gratuiti dopo aver raccolto i timbri di 15 diversi rifugi, 2 case di guardia ed 1 visita in una centrale idroelettrica Enel. L’elenco completo dei luoghi presso i quali si potranno raccogliere i timbri è riportato nell’apposita tessera e oltre ai 100 e più rifugi, sparsi in quasi tutte le provincie della Lombardia, sono compresi le seguenti dighe di impianti Enel: Barbellino (Bg), Cascate del Serio (Bg), Gemelli (Bg), Arno (Bs), Avio (Bs), Salarno (Bs), San Fiorano (Bs), Pantano (Bs) , Venerocolo (Bs) , Ponte Cola (Bs), Campo Moro (So), Trona (So) e Lago Delio (Va). Cliccando su ciascun link maggiori informazioni per raggiungere le mete descritte.

Nella foto la Diga del Lago di Trona, sul sentiero della Val Gerola per raggiungere il rifugio Falc e il Pizzo Tre Signori.

Foto | Carlo Prevosti

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: