I 25 luoghi più sopravvalutati del mondo: c'è anche Milano

La classifica dei 25 luoghi più sopravvalutati del mondo secondo l'Huffington Post USA


La notizia seguente dovrebbe essere censurata. Ma, ad onor di cronaca, la diamo lo stesso per dimostrare come un punto di vista rischia di divorare e abbattere l'immagine che una città faticosamente ha cercato di costruire negli anni. Tal Suzy Strutner, giornalista dell'Huffington Post statunitense, ha stilato una classifica dei 25 luoghi più sopravvalutati del mondo. L'Italia c'è, ovviamente. E c'è anche Milano in questa impietosa e arbitraria classifica, ed è, sorpresa, al numero 1.

Ingenerosa, impietosa, ingiusta. Ci chiediamo che esperienza avrà mai fatto questa giornalista americana nella nostra città per cotanto astio. Ebbene questa la motivazione: "Milano è "solo" la capitale dell'alta moda, quindi se non potete permettervi il lusso di camminare (e acquistare) nelle grandi arterie che ospitano le boutique dei più grandi stilisti del mondo, non vale la pena di visitarla".

Una visione limitata e limitante. Associare Milano all'alta moda è semplicistico e fuorviante. Per capire l'expertise della scribacchina dell'Huffington Post basta dare un occhio agli altri giudizi sulle città italiane. Roma per esempio, dove scorci e monumenti mozzafiato sono soffocati da turisti e sporcizia. La Torre di Pisa, la cui visita è troppo costosa per un monumento che poi non pende neanche più così tanto. Oppure Venezia, udite, udite, con vicoli "suggestivi, ma di difficile percorrenza" e troppo piena di "turisti e escrementi di piccione".

Giudizi arbitrari e semplicistici, basati su luoghi comuni e una conoscenza superficiale dei luoghi narrati. Che questa Suzy Strutner (peralatro molto giovane) abbia voluto provocare? Parrebbe. Il problema è che questa classifica potrebbe essere presa in seria considerazione da qualche americano in visita nel bel paese.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: