Laurea rifugio: 13mila iscritti ai test del Politecnico

iscritti test politecnico

I maturati che hanno deciso di iscriversi ai test di ingresso del Politecnico quest'anno sono il 18% in più del 2008: ben 13649. E infatti il Corriere Milano apre con un neologismo, quello della laurea-rifugio, roba che di solito si riferisce a metalli preziosi, o beni che anche in tempo di crisi tengono valore: orologi da collezione, immobili di pregio, damigiane di Barolo, cose del genere...

Ok: questa valanga di iscrizioni ci porta a qualche considerazione. La prima è che l'ondata di "scienziati della comunicazione" del decennio scorso si è frantumata contro la scogliera del precariato: portando migliaia di laureati ad impattare con una enorme delusione al momento di alzare per semestri e semestri il telefono del call center da cui non riescono a schiodarsi. Meglio Ingegneria che Lettere, e via.

La seconda è leggermente più crudele: ovvero, che di quei tredicimila e rotti, ne sopravviveranno pochi, vista la posizione che occupa l'Italia nel campo dell'insegnamento delle materie scientifiche. Tendo ad escludere che nell'ultimo anno scolastico ci sia stata un'impennata di futuri Werner Heisenberg nei licei scientifici milanesi e non...

Secondo il rapporto Ocse-Pisa sulle competenze scientifiche dei quindicenni siamo messi maluccio. E il 25,3% dei ragazzi italiani si colloca sotto il livello 2, quello delle competenze di base, con particolari ritardi al sud (...) In matematica è peggio che andar di notte: gli studenti italiani si collocano al 38° (su 52, ndr) posto con 462 punti, contro una media Ocse di 498. In vetta alla classifica si piazzano Taiwan (549), Finlandia (548), Hong Kong (547), Corea (547). Peggio di noi, tra le europee, le solite Grecia, Bulgaria e Romania

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: