Expo 2015: presentata la mascotte Disney che ricorda Arcimboldo

Personaggi ancora senza nome: a battezzarli saranno, fino al 7 gennaio, i bambini che parteciperanno al concorso.

La mascotte dell'Expo 2015

L'Expo 2015 ha da oggi la sua mascotte, creata da Disney Italia che aveva vinto il concorso indetto qualche mese fa. Non si tratta di un solo personaggio, ma di undici cartoon che rappresentano altrettanto ortaggi, ovviamente per restare in tema con un'esposizione che si intitola "nutrire il pianeta". Uniti - in una combinazione che (come idea) ricorda quelle dei robottoni giapponesi anni '80 - danno vita al vero e proprio simbolo di Expo 2015, che riporta alla mente le teste dell'Arcimboldo.

Tutti i cartoon sono ancora senza nome, visto che a battezzarli saranno direttamente i bambini in un concorso per trovare il nome dei vari personaggi rivolto ai bambini e a cui si può partecipare fino al 7 gennaio. La loro presenza, infatti, non avrà il solo scopo di far riconoscere i vari eventi legati all'esposizione, ma saranno anche protagonisti di un grosso giro di merchandising e soprattutto di fumetti e cartoni animati (ma le modalità precise sono ancora da definire).

Gallery: la mascotte dell'Expo 2015

Il personaggio sarà infatti protagonista degli spot televisivi, comparirà su penne, magliette, giocattoli, videogiochi, applicazione per smartphone, articoli per la casa e chi ne ha più ne metta. Un business che potrebbe girare attorno ai 150 milioni di euro. Lasciando da parte il vil denaro, il direttore creativo Disney, Roberto Santillo, spiega che alla base dell'idea c'è la "diversità e la coralità attraverso cui si può raggiungere un sogno.

Diversità data dal fatto che gli undici personaggi rappresentano altrettanti ortaggi differenti: melograno, arancia, anguria, mango, mela, pera, fico, banana e l'aglio. Che giocherà il ruolo dell'outsider, il guastafeste; un po' il cattivo del gruppo che ha il compito di far appassionare i bambini all'Expo. Missione quasi impossibile.

  • shares
  • Mail