Milano più sicura per Expo: in campo 2mila 500 agenti in più

Il piano sicurezza per EXPO. Via libera dal Viminale alla maxitrasferta di poliziotti, carabinieri e finanzieri per vegliare sui turisti

L'obiettivo è quello di rendere l'esposizione universale EXPO sicura al 100%. Molte volte si è parlato (giustamente) di rischi di infiltrazioni mafiose negli appalti (vedi il piano di sicurezza contro la mafia), pochissime volte si è parlato del rischio di atti di terrorismo internazionale sui siti Expo. I timori ci sono e in merito il Governo ha stanziato un rinforzo notevole di uomini e soldi, 126 milioni di euro, per infrastrutture e mezzi.

L’attenzione, naturalmente, sarà puntata sul milione di metri quadrati a Rho-Pero, che alla fine dovrebbe essere protetto da 400 agenti, ma riguarderà anche punti strategici, snodi e infrastrutture. In dettaglio saranno 38 i milioni di euro stanziati dal governo per il 2014, più altri 88 previsti il prossimo anno.

Le prove generali si faranno già quest’anno in occasione del semestre di presidenza italiana dell’Unione europea, quando in città si svolgeranno diversi vertici politici. È così che, a regime, dovrebbe arrivare a Milano un “esercito” di 2.496 rinforzi, tra poliziotti (1.439), carabinieri (593), guardia di finanza (464). Un esercito complessivo di 2.800 uomini delle forze dell'ordine.

  • shares
  • Mail