Sette nuovi autovelox in città, attivi da marzo

I nuovi autovelox fissi installati a Milano attivi da marzo

Sono stati installati i famigerati 7 nuovi autovelox a Milano città attivi dal 1 marzo per sorvegliare arterie ritenute a rischio, principalmente periferiche. I sistemi per sanzionare gli eccessi di velocità sono in via dei Missaglia, viale Famagosta, via Chiesa Rossa, via Parri, via Fermi, via Ghisallo e via Palmanova.

In questi giorni sono stati installati, tarati e sperimentati. Oltre a questi dispositivi fissi la polizia locale sta aumentando i controlli lungo le strade con maggiori criticità con stazioni mobili di telecontrollo. Da novembre inoltre sono stati riattivati i 4 autovelox sul ponte della Ghisolfa, "spenti" durante i lavori di questa estate.

Non mancano le polemiche. Anzitutto il limite oltre il quale scatta la multa: 70 Km/h, che in molti giudicano troppo limitante in alcune strade a scorrimento veloce. Il Comune ricorda però i benefici del velox: «Sui cavalcavia Serra e Monte Ceneri ha già garantito una diminuzione dell’incidentalità e un miglioramento della viabilità». I nuovi velox si sommano ai nove impianti fissi già presenti in città, che sorvegliano sei grandi arterie. E cioè l’asse SerraMonte Ceneri, via Novara e via San Giusto (verso la periferia), via Legioni Romane e gli incroci tra le vie Bazzi e Antonini e tra viale Fermi e via Brusuglio.

La polemica è destinata a divampare, d’altronde quando si tratta di multe gli animi si acerbano. Servono davvero a diminuire gli incidenti, oppure è un modo subdolo per battere cassa? In ogni caso, se vi serve un elenco degli autovelox in Lombardia qui trovate l’elenco a cura della Polizia di Stato.

  • shares
  • Mail