Mercato della Terra: sabato 18 gennaio Slow e street Food alla fabbrica del Vapore

Appuntamento con il mercato di Slow Food e Street Food di qualità


Nuovo appuntamento con il Mercato della Terra domani, sabato 18, che porta alla Fabbrica del Vapore di via Procaccini, il meglio della cultura e della produzione agroalimentare del milanese. Dalle 9 alle 14, sotto l'egida di Slow Food, si avrà la possibilità di toccare con mano e assaggiare le eccellenza agricole della Lombardia. Ci sono i prodotti del varesotto, le eccellenze del bresciano, ma anche la frutta e gli ortaggi di stagione coltivati nel Parco Agricolo Sud Milano.

In replica ogni primo e terzo sabato del mese si possono così scoprire tra le bancarelle i frutti dimenticati, quelli noti ma spesso difficili da trovare (e le eccellenze dei presidi Slow Food della Lombardia. Tra gli ospiti, dalla Lombardia, saranno presenti i Presìdi Slow Food della sardina essiccata del lago d’Iseo e il Fatulì della Val Saviore. Tornano i Presìdi internazionali con i Presìdi del caffè selvatico della foresta di Harenna (Etiopia), della vaniglia di Chinantla (Messico), e del pepe nero di Rimbas (Malesia) e, dallo Sri Lanka, il macis, la curcuma, la noce moscata, il cardamomo, dalla Palestina, il sumac e dalla Giamaica, l’ibisco.

Nell’area Laboratori del gusto, a cura di Slow Food Milano, sono previsti laboratori per grandi e piccoli, focalizzati sulla cucina degli avanzi, contro lo spreco di cibo. Sabato due appuntamenti in calendario:

11:00 – “Luganega di Monza: storia di un salume antico”, a cura di Michela Viganò del Minimarket delle Carni. Come accompagnamento, si degusteranno il pane di Davide Longoni e la Birra del Carrobiolo di Monza.

12:00 – “Lo stracchino incontra le Mostarde”: abbinamento con Stracchino all’antica e mostarda, secondo la ricetta del basso mantovano, a cura di Lorenzo Berlendis, responsabile Presìdio Slow Food dello stracchino all’antica delle valli orobiche.

Tra i banchi, anche la possibilità di gustare birre artigianali e street food rigorosamente «slow». Maggiori informazioni su www.slowfoodmilano.it/ o la pagina Facebook.

  • shares
  • Mail