E' morto Claudio Abbado: addio al grande maestro

Nato a Milano nel 1933, il direttore d'orchestra nel 2013 era stato nominato senatore a vita

Abbado On Piano

Addio al maestro Claudio Abbado: malato da tempo, il direttore d'orchestra e senatore a vita si è infatti spento nella sua casa di Bologna a 80 anni. Il 30 agosto 2013 era stato nominato Senatore a vita dal capo dello Stato Giorgio Napolitano.

Nato nel 1933 a Milano, Abbado ha compiuto i suoi studi musicali fino al 1955 presso il Conservatorio cittadino, specializzandosi in composizione, pianoforte e direzione d'orchestra. Dopo il diploma si è perfezionato con Friedrich Gulda per il pianoforte e Antonino Votto per la direzione d'orchestra. In seguito si trasferì a Vienna, avendo vinto una borsa di studio biennale per i prestigiosi corsi di perfezionamento in direzione orchestrale di Hans Swarowsky.

Il debutto al Teatro La Scala avvenne nel 1960, e il 7 dicembre 1967 ebbe l'onore di dirigere la serata di gala per l'apertura della stagione scaligera 1967/1968, la Prima, con la "Lucia di Lammermoor" di Gaetano Donizetti con Renata Scotto. Abbandonò la direzione artistica del celebre teatro nel 1986, non senza polemiche.

Nel 2008 Abbado annunciò in un'intervista al Corriere che sarebbe tornato a Milano, una città che "non è certo un luogo dove si sostiene la cultura", solo con un pagamento...in alberi:


"Un cachet fuori dall’ordinario. Novantamila alberi piantati a Milano. Un pagamento in natura. Se accadrà, sono pronto a tornare. A Milano, alla Scala"

L'allora sindaco di Milano Letizia Moratti e l'allora presidente della Provincia di Milano Filippo Penati accettarono il patto nel 2009. I primi alberi li regalò proprio il maestro, nel 2010.

E il tanto atteso ritorno a Milano avvenne nel 2012: Abbado diresse la Sesta di Gustav Mahler. Prima della Sesta diresse il Concerto n.1 di Chopin con Daniel Barenboim in veste di solista.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail