Milano e la Memoria 2014: musica e teatro civile, per non dimenticare

Al via un progetto di riqualificazione dell'identità e della memoria di Milano attraverso la scoperta e l'utilizzo di luoghi simbolici della città

milnomemoria

In occasione della Giornata della Memoria - 27 gennaio, partirà la rassegna "Milano e la Memoria 2014", un progetto nato da un'idea di Dianele Biacchessi e Ponti di Memoria, in collaborazione con Fondazione RCS, Fondazione Feltrinelli, Comune e Arci Milano. Si tratta di un progetto di musica, teatro civile e non solo, per riqualificare l'identità e la memoria di Milano attraverso la scoperta e l'uso di luoghi simbolici della città.

Come ha spiegato l'assessore alla Cultura Filippo Del Corno si tratta di

"Un progetto che mischia arte e memoria, passato e cultura. Perché anche se in alcuni momenti della nostra storia ci è quasi parso che la violenza della realtà avesse offuscato la luce del pensiero e della creatività, è solo grazie al coraggio delle proprie idee e attingendo al proprio patrimonio di civiltà, di arte, di cultura che si può trovare la forza per uscire dalla schiavitù dell’ingiustizia e della sopraffazione"

Daniele Biacchessi direttore artistico del progetto e presidente di Arci Ponti di Memoria ha aggiunto:

"Milano e la memoria è il primo progetto organico sulla memoria di una città mai avvenuto in Italia. Nasce da una mia vecchia idea. Gli anniversari della memoria ormai sono troppo paludati. La memoria che interessa a noi è quella che si trasferisce dal passato al futuro e giunge come memoria viva alle nuove generazioni che nulla sanno di Storia, perché nulla è scritto sui loro libri di testo. L'unico modo per realizzare questa complicata operazione culturale è mettere insieme tutti quegli artisti che da soli promuovono la cultura, non il culto, della memoria e l'impegno civile. Un gruppo di artisti, alcuni luoghi simbolici della città, gli anniversari. Milano e la memoria è un vero e proprio progetto di tipo identitario che ho offerto come cittadino di Milano, più che come operatore culturale, giornalista, scrittore e uomo di teatro"

In alcuni periodi della sua storia Milano ha vissuto momenti drammatici, ma ha saputo reagire e dimostrare di essere una città aperta, democratica e antifascista. Milano quindi ha il dovere di ricordare la propria storia ai cittadini.

Il programma di "Milano e la Memoria 2014"

Le date scelte nel calendario di "Milano e la Memoria 2014" sono tutte fortemente simboliche: 27 gennaio - Giorno della Memoria, 22 marzo - Anniversario delle Cinque Giornate di Milano, 24 aprile in vista del 25 aprile, Anniversario della Liberazione italiana, 9 maggio - Giorno della Memoria delle vittime del terrorismo, 11 luglio - Anniversario della morte di Giorgio Ambrosoli.

Di seguito i dettagli degli appuntamenti:

27 gennaio
Feltrinelli Express - Stazione Centrale, Piazza Duca d'Aosta 1, Milano
Settegrani in concerto
Special Guest: Massimo Priviero (acoustic set)
H 18.00 – Ingresso libero fino ad esaurimento posti

22 marzo
Palazzo Moriggia - Museo del Risorgimento, via Borgonuovo 23, Milano
Antonio Scurati: "Una storia romantica" Reading
H 18.00 – Ingresso libero fino ad esaurimento posti

24 aprile
Piazza Mercanti, Milano
Daniele Biacchessi, Gang, Gaetano Liguori in "Giovanni e Nori, una storia di amore e Resistenza"
H 18.00 – Ingresso libero

9 maggio
Sala Buzzati, via Eugenio Balzan 3, Milano
"Come mi batte forte il tuo cuore" a cura della compagnia teatrale Alma Rosè
H 18.00 – Ingresso libero con prenotazione obbligatoria (e-mail: rsvp@fondazionecorriere.it / telefono 02.87387707)

11 luglio 2014
Piazza Affari, Milano
Luca Maciacchini in "Giorgio Ambrosoli"
Tiziana Di Masi in "Mafie in pentola"
H 21.00 – Ingresso libero

Per ogni singolo evento Fondazione Giangiacomo Feltrinelli pubblicherà nella collana Memo un ebook dedicato, scaricabile gratuitamente dal sito.

  • shares
  • Mail