Atir, Teatro di Ringhiera: "Quinta mafia", da giovedì 6 a domenica 9 febbraio

Lo spettacolo è liberamente ispirato dal romanzo-inchiesta "Alveare" di Giuseppe Catozzella

Da giovedì 6 a domenica 9 febbraio presso Atir – Teatro di Ringhiera andrà in scena "Quinta mafia", uno spettacolo liberamente ispirato al romanzo-inchiesta "Alveare" di Giuseppe Catozzella, con Carolina De La Calle Casanova, Andrea Pinna, Marco Ripoldi, Valentina Scuderi, Libero Stelluti e Alexandre Vella (drammaturgia, testi e regia di Carolina De La Calle Casanova).

"Quinta mafia" è parte di un progetto, per raccontare, con gli occhi di chi la vive nel quotidiano, cos'è diventata la 'ndrangheta al nord, colpendo i luoghi comuni e mettendo al centro della storia non solo i 'cattivi' bensì i nuovi 'colpevoli'.

Perché "se la mafia esiste è perché noi continuiamo a permetterlo".

Per la realizzazione del progetto Alveare, la compagnia b a b y g a n g collabora attivamente con diverse realtà che si occupano di combattere la criminalità organizzata, come Libera, Addio Pizzo e Associazione Familiari Vittime di mafia. Ne è nata così una trilogia teatrale composta da uno spettacolo corale, "Quinta mafia" appunto, e due monologhi, "Zia Severina è in piedi" e "La bestia dentro", e di un percorso di formazione rivolto ai ragazzi delle scuole medie e superiori e alle loro famiglie.

Racconta la regista:

"Il nostro, oltre ad essere un atto poetico, vuole essere un atto civile, politico e sociale, dove il silenzio e la paura vanno sconfitti a colpi di poesia. Pensando alla mafia, pensiamo ai bambini, che devono aver paura dell’uomo nero, ma devono anche sapere come trovarlo e sconfiggerlo. Nello spettacolo si attraversano diversi piani di lettura; quello del melodramma, dal momento in cui si racconta la storia d’amore tra due adolescenti, con una risoluzione, purtroppo, tragica; quello narrativo e informativo sulla ‘ndrangheta, dove l’interesse non è analizzare la storia della criminalità organizzata al nord, bensì rompere lo stereotipo del mafioso, mostrando l’uomo prima ancora dell’assassino o del criminale; ed infine, quello corale, dove gli attori incarnano diversi personaggi, offrendo un affresco contemporaneo di come la nostra società si rapporta alla mafia, nel bene e nel male"

Atir, Teatro di Ringhiera - Come arrivare

foto2_quinta mafia_FedericaLissone

Atir Teatro di Ringhiera si trova a Milano, in via Boifava 17. Per raggiungerlo con i mezzi pubblici è possibile prendere la linea verde della metropolitana (M2 fermata Abbiategrasso), oppure il tram 3 o 15, oppure il bus 79.

Biglietti e orari

Lo spettacolo sarà in scena alle 20.45 (tranne la domenica, alle 16). Biglietti a 15 e 12€. Per info e prenotazioni: 02.87390039

La biglietteria apre un'ora e mezza prima degli spettacoli.

  • shares
  • Mail