Metro 4 Milano: nuovi ritardi. I cantieri del centro partiranno dopo l'Expo

Non si farà in tempo nemmeno a finire le fermate Linate e Forlanini.

metro-620x35011

La metro 4 di Milano è in ritardo. Sai che novità. Se è per questo, anche se in modo meno grave, è in ritardo anche la metro 5 e sono in ritardo anche molte delle opere previste per l'Expo 2015. Insomma, i ritardi non mancano. Ma siccome ormai è difficile stupirsi per questo genere di cose, ecco che si prova a battere un nuovo record: la metropolitana che in origine doveva essere pronta per l'esposizione universale potrebbe aprire i cantieri solo dopo la conclusione dello stesso.

Non bastava l'apertura (ormai difficile, tra l'altro) in extremis delle due fermate Linate e Forlanini al solo scopo di prendere i 170 milioni di euro stanziati, adesso si arriva anche a posticipare l'apertura dei cantieri: si aspetterà un anno e mezzo - che tanto i ritardi sono ormai tali che anno più o anno meno poco cambia - e finito l'Expo si apriranno i cantieri nel centro. Il tutto, ovviamente, per evitare che i milioni e milioni di turisti (vagheggiati) che arriveranno in città non si trovino a passeggiare per una San Babila che è tutto un cratere.

In particolare, si parla dei cantieri della seconda tratta, quelli tra via Dezza e il parco Solari o attorno a piazzale Dateo. Cantieri che dovevano partire da tempo ma che, causa intoppi burocratici e attesa dello sblocco dei famosi 172 milioni stanziati dal Cipe, ormai non riuscirebbero a partire prima di settembre. A quel punto si è davvero troppo a ridosso dell'esposizione universale. E quindi ecco che gli scavi più centrali slittano, secondo le indiscrezioni di Repubblica Milano e confermate alcuni residenti delle zone interessate.

Ma adesso, come si fa a non perdere quei fondi? Si punterà tutto su un emendamento al decreto Destinazione Italia che sposti in là la scadenza di giugno per la firma dei contratti con le banche per la parte di investimenti privati e che faccia in modo, soprattutto, che lo sblocco di questi fondi non sia più legato alla consegna delle fermate Linate e Forlanini in tempo per l'Expo. Che tanto non arriveranno.

  • shares
  • Mail