Il Capodanno cinese a Milano: feste e cortei in via Paolo Sarpi

Domenica la sfilata del dragone e gli eventi alla Fabbrica del Vapore.

HONG KONG-CHINA-LUNAR-NEW YEAR

Il capodanno cinese si celebrerà domani notte, e di conseguenza sono previste grandi feste anche per i 24mila milanesi di origine cinese. Centinaia le lanterne rosse appese per tutta via Paolo Sarpi (cuore della Chinatown meneghina) per dare il benvenuto all'anno del Cavallo, settimo segno dello zodiaco, che segue quello il Serpente. Le celebrazioni andranno avanti per qualche giorno, tanto che il momento clou è previsto per domenica alle 15, con la sfilata del dragone.

L'animale della mitologia percorrerà Paolo Sarpi, animato da 13 persone e accompagnato da 200 figuranti vestiti in costumi tradizionali. Con loro anche i bambini a cui è stato assegnato il compito di suonare i tamburi che tengono legati in vita per scacciare l'anno che se ne va. Le celebrazioni proseguono poi alla Fabbrica del Vapore di Procaccini, in cui ci saranno spettacoli di musica e arti marziali. Oltre a una specie di Stramilano chiamato "Chinatown Run", sei chilometri che andranno via Sarpi a via Montello e in via Canonica.

Domani sera, quindi, si cenerà a base di ravioli e pesci, i cibi che per la tradizione cinese sono portatori di prosperità. E in effetti non deve far male mangiare ravioli e pesci, dal momento che la comunità cinese sa bene cosa sia la prosperità: 24mila residenti e 3mila imprese. Un cinese su 8 è imprenditore, una percentuale altissimo rispetto all'uno su trenta degli italiani. Imprese che sono principalmente ristoranti (834), commercio (1.089 negozi), servizi alla persona (505).

  • shares
  • Mail