Napoleone impacchettato: parte la ristrutturazione in Brera

Entra nel vivo il restauro del Napoleone di Canova dopo la fase preliminare iniziata il 30 settembre con il laboratorio di restauro trasparente

NAPOLEONE_laboratorioBELLINI_01

Hanno sdraiato il Napoleone di Canova, letteralmente, e lo hanno chiuso in una gabbia. Collocato in posizione orizzontale nel cortile del Palazzo di Brera per essere sottoposto al vero e proprio lavoro di restauro che sarà visibile dall'esterno.

E' quello che segue dopo la prima fase, durata tre mesi, in cui la statua è stata lasciata sul proprio basamento, in posizione verticale all'interno di un primo laboratorio di restauro. In tale periodo si sono realizzate varie operazioni tecniche, molte.

Tra le tante la scansione 3D dell’intero monumento, necessarie per l’individuazione del baricentro della statua e la distribuzione del suo peso sul basamento. Così si è potuto sollevare la statua dal peso di 3.180 Kg.

Il laboratorio di restauro trasparente consentirà al pubblico di osservare e seguire lo svolgersi del restauro, come già avviene all'interno della pinacoteca di Brera, che da tempo ha spettacolizzato i processi di restauro all'interno del Museo.

  • shares
  • Mail