Boy George in concerto a Milano il 12 aprile ai Magazzini Generali

L'icona pop torna a Milano per l'unica data italiana del suo tour europeo.

Worldview Entertainment Cannes Celebration - The 66th Annual Cannes Film Festival

Boy George in concerto a Milano. Il ritorno della icona pop si terrà ai Magazzini Generali il 12 aprile, per continuare il tour dopo il successo in Inghilterra. Tour che continua quindi in Europa e all'interno del quale è prevista la tappa meneghina per promuovere "This is what i do", l'album solista che ha segnato il suo ritorno dopo un lungo periodo di silenzio.

Data da appuntarsi per i nostalgici degli anni '80, anche se ci sarà da aspettarsi musica diversa rispetto a quella che ha segnato la vita del membro dei Culture Club. Si tratta infatti di un disco, uscito da un anno esatto, diverso dal solito, dal taglio più maturo e riflessivo (com'è normale che sia, visto che il nostro ha comunque ormai 53 anni) e di cui lui stesso parla così:

“Questo è il primo disco che registro per conto mio, è molto eccitante per me avere maggior controllo sul mio lavoro: sapere di essere indipendente è davvero liberatorio. Ho voluto fare un album spontaneo e non iper-prodotto e credo di esserci riuscito. Stavo ascoltando cose come ‘Beast Of Burden’ degli Stones e mi sono riconosciuto nei suoni e nell’attitudine degli anni 70. L’approccio di Richie (Stevens) è stato organico ed essendo il miglior batterista al mondo ha dato da subito una direzione al disco. Ho lavorato e fatto concerti con una serie infinita di musicisti e in questo disco ne ho invitati alcuni, vecchi e nuovi. Ho inoltre lavorato in modo positivo. Questa volta non c’era nessun ex fidanzato di cui vendicarsi. Per me ‘Bigger Than War’ è un po’ il riassunto di tutto”.

Il disco è infatti uscito per l'etichetta "Very Me" di cui lui stesso è direttore e per darlo alla luce ha lavorato con quelli che sono i suoi collaboratori da lunghissimo tempo: John Themis, Kevan Frost e Richie Stevens. La coproduzione è affidata a Youth, del mix si è occupato Dave Bascombe.

  • shares
  • Mail