Violenza sulle donne: a Milano nascerà una nuova casa di accoglienza

La struttura, in via San Bernardo 2, è di proprietà del Comune e sarà affidata alla Fondazione Fratelli di San Francesco d'Assisi Onlus

La Giunta di Palazzo Marino ha prorogato per 20 anni l'affitto dell'immobile comunale di via San Bernardo 2, già assegnato in uso alla Fondazione Fratelli di San Francesco d’Assisi Onlus fino al 30 settembre 2015, nell'ambito del progetto "Ricomincio da Me".

"Ricomincio da Me" prevede la creazione di una casa di accoglienza protetta per donne maltrattate, vittime di stalking o di violenza domestica, anche con figli minori a carico: potranno essere ospitate nella casa circa venti donne, inviate dalla Magistratura o dalle Forze dell'Ordine. Lì potranno essere seguite nel loro percorso di rinascita da un team di professionisti per un periodo fino a sei mesi.

L'assessore al Demanio Daniela Benelli ha spiegato:

"Questa scelta ha un significato che non riguarda solo il futuro di un immobile comunale ma tocca da vicino molte donne e madri in difficoltà, vittime di abusi, violenze, sopraffazioni. Coloro che saranno accolte nella nuova casa di via San Bernardo potranno 'ricominciare da se stesse, proprio come suggerisce il nome del progetto, riappropriarsi della loro vita, intraprendere nuovi percorsi in un contesto tutelato e protetto"

La Fondazione, un ente senza fine di lucro che collabora anche con il Comune nell'assistenza e integrazione di donne, uomini e bambini in difficoltà, gestisce centri di accoglienza, mense, docce e guardaroba per i poveri, dormitori, asili nido, convitti e centri di formazione per persone disagiate e servizi sociosanitari rivolti, in particolare, agli anziani e agli emarginati.

fondaz

  • shares
  • Mail