Foto: Alda Merini e il Famedio del Monumentale

Foto: Alda Merini al Famedio

Alda Merini, la poetessa dei Navigli, è scomparsa lo scorso primo novembre: la commozione per la perdita della poetessa ha travolto un po' tutti, e i funerali in Duomo sono stati seguiti da migliaia di persone. Alda ora si trova nel Famedio del Cimitero Monumentale, dove un amico di 02blog, Alberto Motta - qui il suo blog - ha scattato qualche foto che trovate nella gallery qui sotto.

Dopo il salto il suo intervento dopo la sua visita al Monumentale - visita che ci sentiamo di consigliarvi. Oltre a un luogo di eterno riposo, è anche un museo a cielo aperto - almeno così lo definisce il sito del Comune - che pubblica anche una pagina con delle foto meravigliose del "recinto di Maciachini".

Foto: Alda Merini al Famedio
Foto: Alda Merini al Famedio
Foto: Alda Merini al Famedio
Foto: Alda Merini al Famedio
Foto: Alda Merini al Famedio

Alda Merini, la poetessa dei Navigli e della pazzia che ha declinato in un suo personalissimo stile la filosofia di vita rock’n’roll, ha raggiunto la sua ultima residenza una manciata di giorni fa (la dipartita risale alla domenica dei Santi). Da Ripa Ticinese al Famedio del Cimitero Monumentale il tragitto non è poi molto e la sistemazione è ancora provvisoria, come indicano la foto plastificata mancante della data di nascita e morte, e un solitario mazzolin di fiori che recita ‘Ciao Alda’ firmato da Milva (quella Milva?).

Foto: Alda Merini al Famedio

Curiosità: nessuna delle persone incontrate al cimitero e interpellate sulla locazione della salma della Merini, circa una decina, sapeva dare indicazioni. Alda Merini è morta all’età di 78 anni (21 marzo 1931) ed è stata una prolifica poetessa e, più recentemente, prosatrice stimata dai colleghi e amata dal grande pubblico.

Foto: Alda Merini al Famedio

Nonostante questo, nonostante nel 1993 avesse ricevuto il Premio Librex-Guggenheim “Eugenio Montale" per la Poesia, nel 1996 il Premio Viareggio, nel 1997 il Premio Procida-Elsa Morante e nel 1999 il Premio della Presidenza del Consiglio dei Ministri-Settore Poesia, viveva anche grazie ai sussidi del Comune che quotidianamente le consegnava a domicilio un pasto caldo. Ora riposa sotto lo stesso arco con Giorgio Gaber, Milla Sannoner, Antonio Maspes.

Foto: Alda Merini al Famedio

  • shares
  • Mail