La Milano che ti fa schifo: raccontaci i luoghi che cambieresti

viale mnteceneri

Ammetto che l'idea mi è venuta leggendo questa pagina del Corriere Milano, in cui trenta personaggi del vippame milanese raccontavano i loro luoghi del cuore: piazza Castello, vicolo Lavandai, i giardini di via Palestro... una serie di posti che sappiamo già essere belli, evocativi, sappiamo già piacevoli da vivere, magari nel weekend. Ma ribaltiamo la cosa, noi non siamo Vip: pensiamo alla Milano da cambiare!

Se da quelle parti è il buon gusto a dominare, noi battiamo la lingua dove il dente duole, ovvero nei luoghi di Milano che non ci piacciono, che ci fanno un po' schifo, che vorremmo vedere cambiati, migliorati, o, semplicemente abbattuti. Ma facendo proposte sensate. Vi faccio un esempio. Il terrificante sottopassaggio della Milano - Meda all'altezza dell'Ospedale di Niguarda, rifugio di generazioni di tossici negli 80's e muro di allenamento per writers della zona. Un posto da incubo.

Bene: io quel posto lo vorrei vedere semplicemente murato, mi piacerebbe che il Comune pagasse due muratori per chiuderlo. Un altro luogo che vorrei veder cambiare, è il cavalcavia di viale Monteceneri: mi piacerebbe venisse ridipinto, come si diceva tempo fa. Perché così com'è ora, non è proprio un granché a vedersi. E voi come cambiereste la Milano che non va?

  • shares
  • Mail
34 commenti Aggiorna
Ordina: