Rincari dei pedaggi autostradali, nuova stangata per i pendolari

Rincari Autostrade
Perdonate la scarsa qualità della foto qui sopra, ma colto alla sprovvista non avevo altro che il cellulare a portata di mano. Ma facciamo un passo indietro.

Stavo uscendo dalla tangenziale di Milano in direzione della A8 verso i laghi quando mi accorgo che il pedaggio non è più lo stesso. Da 1,20 € siamo passati a 1,40€, ennesimo rincaro del 16,6% (lo scorso anno accadde lo stesso). Memore delle polemiche sulle proposte di creare un sistema di pagamenti per le tangenziali, non ricordavo che ci fossero nuovi prezzi anche per le autostrade, ma invece è così e come al solito nei dintorni di Milano i rincari sono proporzionalmente più elevati rispetto il resto d'Italia (dopo il continua trovate una "classifica" dei rincari per gestore autostradale).

Le associazioni dei consumatori protestano, ma la storia è sempre la stessa e i mezzi pubblici (spesso) non sono un'alternativa credibile.

Satap tronco A4 (Novara Est-Milano 15,83%; Torino-Novara Est 15,29%)
Satap tronco A21 9,70%;
Brescia-Padova 6,56%
Ativa 6,23%
Strada dei Parchi 4,78%
Sitaf 2,35%
Tangenziale di Napoli 2,17%
Sat 2,11%
CISA 1,76%
Autostrada del Brennero 1,6%
Salt 1,5%
Torino-Savona 1,47%;
Autostrade Meridionali 1,43%
Milano Serravalle 1,41%
Sav (Autostrada 1,36%; Raccordo Gran S. Bernardo 1,04%)
Fiori SpA 1,15%
Rav 0,94%;
Centropadane 0,74%

Nessuna variazione:
Autostrade Siciliane (Messina-Catania e Messina-Palermo)
Autovie Venete SpA
Asti-Cuneo

Tariffe ridotte:
-1% A4 Venezia-Padova tangenziale ovest di Mestre, raccordo con aeroporto Marco Polo e il Passante di Mestre.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: