Smog - Domenica 31 gennaio blocco totale del traffico

blocco traffico milano domenica 31 gennaio

Siamo a quota 17 giorni consecutivi (il ventesimo dall'inizio dell'anno) in cui i livelli di Pm10 e di altri agenti inquinanti sono ben al di sopra dei livelli di allarme e, sebbene il vice sindaco abbia dichiarato che a Napoli e a Torino si sta peggio, la Regione corre ai ripari.

Blocco totale della circolazione dalle 10 alle 18. Ma sarà utile (inutile chiedersi se sufficiente)? La decisione è stata presa congiuntamente dal sindaco Moratti, dal presidente della provincia Podestà e dal presidente della Regione Formigoni.

Dopo il salto vi spieghiamo meglio chi può circolare e come, e se il blocco del traffico di domenica 31 gennaio servirà a qualcosa o meno...

Foto | Flickr

E così domenica si andrà a piedi dalle 10 alle 18: è la prima delle iniziativa che la Regione mette in campo contro lo smog devastante - ovvero: le polveri sottili che ci respiriamo ogni giorno - degli ultimi 15 giorni. Il Comune e la Regione hanno tenuto questa linea, in questi giorni: si è vero, la qualità dell'aria è pessima, però nessuno ha fatto tanto quanto noi contro l'inquinamento. Può essere.

Ciò non toglie che l'aria è comunque pessima, verrebbe da rispondere all'uomo della strada: che in seconda istanza penserebbe al detto "L'operazione è riuscita perfettamente: il paziente però è morto". E che i provvedimenti strutturali - nuove linee della metro, potenziamento dei mezzi di superficie, "inasprimento" ecopass - non possono essere attesi all'infinito, visto che uno intanto deve respirare.

Domenica ci fermeremo tutti, per un provvedimento tampone che servirà a zero - se non, a far vedere che Comune e Regione non stanno con le mani in mano - visto che lunedì, saremo da capo. E il pm10, sarà forse più vicino a quanto rilevato da Oriana Liso di Repubblica, che a quanto rilevato dalle centraline (che fanno una media sulle 24 ore e sono posizionate a 3 metri di altezza, non proprio l'altezza del nostro naso)

Quando un furgoncino diretto in centro passa a tre metri dal sensore, sul display compare un inquietante 700. Arriva un autobus della linea 59, un vecchio modello Irisbus, e lampeggia per qualche istante un 500. Accade anche con un’auto d’epoca che sgasa ripartendo dopo un semaforo rosso. Picchi, certo. Ma una giornata con un rilevatore di polveri sottili tra le mani fa capire davvero come una media sia fatta dalla somma di mille momenti. Momenti in cui – come abbiamo visto girando per la città – la macchinetta che misura le polveri sottili rileva concentrazioni di Pm10 quattro, cinque volte oltre i limiti fissati dalla legge. Oltre che dalla resistenza umana

Per quanto riguarda il controverso blocco diesel Euro 4, sono previsti, se si supereranno i venti giorni di sforamento del limite di pm10 - oggi siamo al diciassettesimo - blocchi e inasprimento dell'ecopass


se si arriverà a 20 giorni consecutivi di sforamento dei limiti di Pm10 nell'aria, saranno sottoposti al pagamento di Ecopass anche i veicoli diesel Euro 4 senza filtro antiparticolato, oggi esentati per deroga. L'abolizione dell'esenzione per questa categoria di mezzi durerà fino al terzo giorno in cui il livello di Pm10 sarà tornato sotto i livelli di guardia, vale a dire sotto i 50 microgrammi per metro cubo

Ma per voi, ha senso questo blocco domenicale, quando già c'è zero traffico? Ma se lo facessero un lunedì, non sarebbe meglio? Anni fa, a riguardo, c'era stata una interessante discussione in questo post.

Update
- Ecco nel dettaglio, le linee interessate dal potenziamento di domenica:

*
tram: 2, 3, 4, 7, 12, 14, 16, 24, 27, 29/30
*
bus: 34, 42, 49, 50, 53, 54, 56, 57, 58, 60, 61, 63, 72, 74, 78
*
filobus: 90/91

sarà effettuato il servizio di 7 linee suburbane, normalmente sospeso nei giorni festivi: 64, 82, 328, 351, 423, 705, 709 (con gli orari del sabato)

  • shares
  • Mail
47 commenti Aggiorna
Ordina: