Bros in tribunale per i graffiti, basta agli imbrattamenti dice De Corato

Bros Picture

Daniele Nicolosi aka Bros lo conosciamo tutti. O per meglio dire sappiamo distinguere le sue creazioni tra i tanti murales anonimi che campeggiano in giro per la città; su Flickr c'è un gruppo a lui dedicato – Brosart – se volete rinfrescarvi la memoria circa i soggetti preferiti del nostro writer 29enne. Artista di strada e non solo, possiamo dire: le sue opere hanno trovato spazio anche nelle sedi istituzionali di Milano dedicate all'arte "tradizionale" come il PAC e Palazzo Reale, benedette tra l'altro dall'ex assessore alla cultura Vittorio Sgarbi.

Negli ultimi tempi Bros non ha però certo disdegnato i muri di Milano e ha anzi continuato imperterrito a colorare e dipingere anche il muro di San Vittore, ricordate? Ad ogni modo data la notorietà acquisita o la sfortuna – due anni fa si è fatto beccare in flagrante come vi raccontammo – è stato infine citato dall'amministrazione comunale per essere infine multato o per vedere il muro di San Vittore da un'altra prospettiva... quella interna. Corriere e Repubblica scrivono che Bros sarà chiamato in udienza ad aprile per rispondere delle sue "arlecchinate" (De Corato dixit).

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: