Appunti su Identità Golose, congresso italiano di cucina d'autore

Identità Golose Milano

L'occasione di visitare Identità Golose si è presentata grazie alla presentazione della guida Chic, Charming Italian Chef: un agile volumetto di 136 pagine che presenta in poche ma efficaci parole l'associazione messa in piedi da alcuni cuochi, moderni interpreti dalla cucina italiana creativa. 58 giovani, e meno giovani, chef – tra cui tre donne –, dal Trentino alla Sicilia, in ogni pagina della guida un'immagine o la descrizione del loro modo di cucinare e dei loro ristoranti. Quando la crisi colpisce duro fare gruppo diventa indispensabile. La cucina d'autore diventa rifugio per chi non vuole scadere di qualità.

Guida Chic e Identità Golose
Guida Chic e Identità Golose / 1
Guida Chic e Identità Golose / 2
Guida Chic e Identità Golose / 3
Guida Chic e Identità Golose / 4

C'è un solo ristorante a Milano che fa capo alla Chic, l'Unico Restaurant di Fabio Baldassarre in un nuovo centro congressi zona Portello (avete presente il nuovo palazzo che si vede sulla sinistra scendendo dal cavalcavia del Ghisallo?), per un totale di sette in Lombardia. Convivono nell'associazione diversi modi di intendere la ristorazione proprio come diverse sono le personalità di questi giovani chef. L'obbiettivo dichiarato è quello di volare alto offrendo prodotti e servizi di qualità. Dal mio punto di vista un lusso che posso concedermi raramente ma evidentemente la richiesta c'è!

Guida Chic e Identità Golose / 5
Guida Chic e Identità Golose / 6
Guida Chic e Identità Golose / 7
Guida Chic e Identità Golose / 8

Terminata la breve presentazione mi è rimasto tempo per sbirciare in giro: tanti grandi marchi presenti – divertente lo stand della Spumador dove due calcetti erano a disposizione dei visitatori per sfide animatissime – prodotti di qualità o brand storici come la Lavazza e la Birra Moretti. Identità Golose non si limita al solo territorio italiano: l'ospite internazionale di quest'anno è stata la Slovenia così come tra le relazioni dei numerosi chef intervenuti spiccavano anche nomi di cuochi stranieri. Milano si conferma insomma come polo attrattore e luogo d'incontro ideale per tutta la Penisola.

  • shares
  • Mail