Weekend fuori porta - Le torri di Fraele

Fraele

La gita fuori porta di questo weekend ci porta nuovamente a scoprire un luogo delle meravigliose aree montuose a nord della Lombardia. Contrariamente al solito ci concediamo un uscita un po' più lunga (in termini di chilometri) rispetto al nostro uso e ci dirigiamo in alta Valtellina per scoprire le Torri di Fraele.

La meta di questa settimana si trova all’imbocco dell’omonima valle parte dalla città di Colico. Le antiche Torri di Fraele, site a quasi duemila metri di altezzza, erano una roccaforte fondamentale del sistema di fortificazioni che proteggeva il Contado della città di Bormio dal rischio di invasioni di stranieri sulla Via Imperiale d’Alemagna.

Le leggende (che come spesso accade immergono le mani nella storia) narrano che durante il dominio degli Sforza le Torri di Fraele furono il teatro dello scontro decisivo tra le truppe bormine e quelle degli invasori dal regno delle Tre Leghe Grigione per reclamare diritti sul territorio bormiese. Strenua fu la difesa dei Bormini ma non sufficiente ad impedire l’ingresso in paese dei Grigioni. La battaglia provocò un gran numero di uccisioni, da allora al dirupo sotto le torri viene chiamato sottostante l’appellativo di Burrone dei morti.

Oltre le Torri oggi si possono vedere tre bacini idrici formati da dighe per la produzione di energia elettrica che contribuiscono a la fascino di questo luogo, ma ricordo che il turismo idroelettrico è un tema che ci è già caro. Vi consiglio di leggere il resoconto di una gita in questo splendido luogo dal sito di Luca Vallongo per avere un'idea più precisa.

Per raggiungere le Torri di Fraele è necessario raggiungere Bormio risalendo la Valtellina e prendere la statale SS301 in direzione Livigno per 5 chilometri.

Foto | Luca Vallongo

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: