Le vacanze dei milanesi e la loro collocazione politica

Radical chic, fricchettone, snob o truzzo? Dimmi dove vai in vacanza e ti dirò chi sei.

Chissà se vale solo per i milanesi o anche per il resto d'Italia, ma dal momento che il luogo comune secondo cui "in ferie si trovano milanesi ovunque" è abbastanza forte, si comprende perché questa mappa che collega le destinazioni di villeggiatura alla collocazione politica ha come protagonista proprio la nostra città.

Schermata-2013-06-04-a-09.05.19

Ora, parlare di mappa è forse un po' esagerato: si tratta più che altro di una sorta di asse cartesiano disegnato su un foglio in cui sono state disseminate località di vacanza con quattro collocazioni politiche: sinitra, destra, elitario e collettivo, con i conseguenti risultati di "radical chic", "fricchettone", "truzzo" e "snob", destinazioni che riguardano sia la penisole, sia l'estero. Dimmi dove vai in vacanza e ti dirò che tipo politico sei.

E quindi, vediamo un po' cosa ne esce: la vacanza più truzza che ci sia, ovviamente, è quella a Rimini, grande classico, ormai abbinata all'inevitabile Sharm. Certamente non si tratta di vacanze elitarie, ragion per cui si arriva al limite estremo della destra, ma anche del collettivo. In una parola, se andate in vacanza da queste parti siete dei truzzi. Punto e basta.

All'estremo opposto si piazzano le vacanze che fanno molto "di sinistra", ma che allo stesso tempo non tutti si possono permettere. Emblema di tutto questo sono le vacanze in Vietnam e Cambogia, che vi ritraggono inevitabilmente come di sinistra elitaria, in una parola "radical chic". La Grecia percorsa in bici è invece roba da fricchettoni, così come Montecarlo e Saint Tropez sono necessariamente da snob di destra (e in effetti...).

Ma le destinazioni sono molteplici: Bali, Isola d'Elba, Sardegna (ma a fare il mercatino), Santa Margherita, Forte dei Marmi, Milano Marittima, Ibiza. E voi, dove andate in vacanza?

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: