Il maltempo a Milano e l'estate più fredda degli ultimi 30 anni

Record di piogge e temperature in picchiata. Che cosa sta succedendo al clima?

Riscaldamento globale, se ci sei batti un colpo. Che questo luglio sia particolarmente piovoso e freddo (e non è che nei mesi scorsi le cose siano andate una favola) ce ne siamo accorti tutti, l'unica differenza è che i milanesi si dividono tra quelli che "meglio così che con 40 gradi all'ombra" e quelli che "preferisco il caldo micidiale al freddo e alla pioggia a luglio". Quel che è certo, invece, è che un clima del genere non si vedeva da tantissimo tempo.

Per la precisione, non si vedeva da 33 anni, da quel luglio del 1981 in cui la temperatura media fu di 23,3 gradi e le precipitazioni raggiunsero i 181,8 millimetri. Ancora peggio, quindi, di quanto sta andando oggi, in cui abbiamo temperature di 23,7 gradi (cambia ben poco) e in cui le precipitazioni hanno raggiunto i 150,8 millimetri. Fa ancora più impressione se si prende in considerazione la media storica, che ha precipitazioni di soli 56 millimetri e una temperatura media di quasi un grado più calda: 24,5.

Va considerato, comunque, che solo nel giorno del temporale che ha causato l'esondazione del Seveso sono caduti ben 60 millimetri di acqua. La ragione è una sola: dove sta l'anticiclone? Solitamente, di questi giorni, l'anticiclone si è infatti ben piazzato nell'area mediterranea, quest'anno invece i movimenti di masse d'aria sono meno lineari.

Al momento, quindi, sono solo un lontano ricordo le estati milanesi davvero calde, come quella del 2010, in cui la temperatura media fu di 28,2 gradi, o quella del 2006 (27,6 gradi). Così come inizia a mancarci la siccità del 2007 e del 2009 (rispettivamente 7 e 9 millimetri di pioggia nei primi 23 giorni di luglio). Per non parlare di quel 1984 in cui di pioggia non ne cadde proprio. Tutti a lamentarci del freddo e della pioggia, in attesa che il caldo senza pioggia inizi a farsi sentire (a questo punto l'estate prossima), per poterci così finalmente lamentare del grande caldo.

BsAKAAKCUAEYgws

  • shares
  • Mail