Milano 4: un piano edilizio da 150mila metri cubi dietro ad Arcore?

milano la tua nuova città milano4Da qualche settimana si legge del progetto di Milano 4: dietro, ci sarebbe lo stesso personaggio, incidentalmente anche Presidente del Consiglio, che ha edificato Milano 2 e Milano 3. Come avrete intuito, si tratta di Silvio Berlusconi, o meglio dell'Immobiliare Idra, società "di famiglia" del tycoon di Arcore, di cui si parlava già trent'anni fa, a proposito dell'acquisto di Villa San Martino.

In Brianza, l'idea di un piano edilizio da 150 mila metri cubi, su un terreno di 350mila metri quadrati, tutti dietro Arcore e tutelati dal consorzio Parco Valle Lambro, scatena parecchie proteste: oltre a querelle - leggete questo articolo de Il Cittadino di Monza - Brianza - sui classici casi di conflitti di interesse e controllori che sembrano un po' troppo attigui ai controllati.

Questo pezzo, sempre del Cittadino, riassume bene la vicenda, qui sotto solo un quote:

«La zona, di sicuro pregio –recita il testo- era stata vincolata dalle passate giunte di centrosinistra a terreno agricolo e legata al Parco della Villa Reale e al Parco delle Colline in modo tale da creare attorno ad Arcore un invidiabile polmone verde. Avevamo confidato nel fatto che per cambiare la destinazione d'uso del terreno e renderlo edificabile fosse necessaria l'autorizzazione della Regione Lombardia e del Parco Valle Lambro ma poi ci siamo scoraggiati leggendo i nomi ai vertici dei due enti: Roberto Formigoni e Emiliano Ronzoni, entrambi del Pdl (Palazzina delle libertà?)»

Del progetto di Milano 4 scriveva anche Filippo Civati sul suo blog: titolo del post "Milano 4, il conflitto d'interessi è d'ordinanza".

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: