Le barriere anti-borseggio alla Stazione Centrale

Potrà accedere ai binari solo chi ha il biglietto.

Troppi borseggiatori in Stazione Centrale? Si corre al riparo come si può: fermo restando che l'accesso alla stazione non può che essere libero, si cerca almeno di evitare che i ladri arrivino ai binari del treno, dove approfittando della confusione è più facile mettere a segno i colpi. Il tutto fa parte della campagna informativa della Fs e della polizia ferroviaria che è partita da Firenze e Roma e che adesso arriva anche a Milano.

Volantini in otto lingue, messaggi video, cartelloni che informano i passeggeri su come evitare di farsi scippare. E soprattutto barriere presidiate da polizia e personale Fs. Non si tratta di una novità assoluta, visto che qualche tempo fa erano state installate sotto le arcate di accesso, ma la cosa aveva creato fin troppi problemi.

E quindi si farà un altro tentativo costruendole direttamente ai binari, cercando di preservare - con la collaborazione della sovrintendenza - l'aspetto estetico di quello che è comunque un bene storico della città. L'intervento per il momento sarà limitato alla Stazione Centrale, non ci sarà invece nessuna a barriera a Rogoredo e Garibaldi, che hanno accesso ai binari sotterranei. Scartata l'ipotesi tornelli, troppo complessa da mettere in piedi anche a causa dei tantissimi tipi diversi di biglietti (ormai c'è anche chi lo conserva solo sullo smartphone) e facilmente aggirabili.

Va detto che il fenomeno non sembra essere di quelli in espansione, anzi: furti e scippi sono in calo ma comunque numerosi (da gennaio a luglio 2014 sono stati 495 i furti nelle stazioni lombarde e 597 sui treni).

stazione centrale

  • shares
  • Mail