Il referendum sui 300mila euro donati al Comune

Volete dire la vostra su come il Comune dovrebbe spendere quei soldi?

Come spendere i 300mila euro che il Comune ha ricevuto in eredità da un privato cittadino? L'unico vincolo per il Comune è che i soldi andranno spesi per aiutare bambini e anziani, per il resto c'è completa libertà di scelta. E così, l'assessore al Welfare Majorino che di questa vicenda si occupa ha deciso di interpellare direttamente i milanesi, segnalando la cosa in un post sulla sua pagina Facebook:

Abbiamo ricevuto una importante somma attraverso un'eredità. Il sig. Dario Granata ha scelto di lasciare alla sua città 300.000, da destinare a servizi e attività sociali riguardanti minori e anziani. Per valorizzare questo gesto d'amore per la città, compiuto da un milanese attento al sociale, serve il concorso di idee di tanti: per questo invitiamo i cittadini a scriverci (entro il 30 agosto, via email: iniziative.sociali@comune.milano.it) per darci consigli su come investire al meglio questa somma. Cosa suggerite?

Per partecipare all'iniziativa basta scrivere una mail entro il 30 agosto a iniziative.sociali@comune.milano.it; segnalando chiaramente nell'oggetto che si fa riferimento ai 300mila euro. Piccolo difetto di questa iniziativa comunque lodevole è che non si tratta di un vero e proprio referendum con possibilità chiuse, in cui si può votare l'iniziativa che si preferisce di più e in cui poi la più votata sarà adottata; ma semplicemente di una mail in cui segnalare quale secondo voi sarebbe l'opzione migliore. Su Repubblica Milano si trovano alcune dei primi consigli arrivati:

Dai nidi aperti in agosto a iniziative a favore dei bambini dei detenuti, dagli aiuti per chi percepisce soltanto una pensione minima alla creazione di una attività agricola con la forma di una cooperativa sociale. Il tutto in pochi minuti: la decisione alla fine del mese.

E voi, non volete dire la vostra su come il Comune dovrebbe spendere quei soldi?

Pensioni-minime1

  • shares
  • Mail