Registrati, dall’Aler, 1000 casi di affitto abusivo nel 2009 a Milano



All’indomani dei primi scontri in via Padova Alessio Vinci decise di organizzare una puntata di Matrix direttamente da quella che per molti è diventata la dependance delle banlieue milanesi. Molti degli ospiti, capitanati da Daniela Santanché, oltre a predicare la propagandistica tolleranza zero teorizzarono su un’improbabile invasione degli immigrati.

Nessuno, in quell’occasione, provò a capire il tabù alla base della relazione tra i cittadini locali e quelli extracomunitari che nel nostro paese non vivono per strada. Come tutti i milanesi, anche loro, possono usufruire di un alloggio. Abusivo per lo più.

A denunciare il progressivo aumento degli affitti concessi in nero, nei giorni scorsi, è stata l’Aler (Azienda Lombarda Edilizia Residenziale) che solo nel 2009 ha registrato mille casi di speculazione.

Fermo restando che un reato è tale al di là di chi lo commette probabilmente il vicesindaco Riccardo De Corato, e compagni, prima di urlare al lupo dovrebbero controllare a chi affitta la propria casa la nonnetta di turno.

  • shares
  • Mail