Elezioni Comunali Milano 2016: il centrodestra sfida Pisapia

Matteo Salvini, Maurizio Lupi, ma in campo c'è anche Forza Italia.

Ormai è evidente come si stiano scaldando i motori in vista delle elezioni comunali di Milano 2016; elezioni particolarmente attese perché il centrodestra farà di tutto per riconquistare una città che è stata la sua roccaforte per 18 anni. E la cui perdita ha rappresentato, nel 2011, il primo segno tangibile del declino ormai concluso dell'epopea berlusconiana. Prima di fare i conti con il centrodestra, però bisognerà capire se davvero il sindaco Pisapia ha intenzione di ricandidarsi: la sua scelta infatti influirà parecchio anche sulle decisioni nel campo avverso.

Più che altro, la ricandidatura di Pisapia compatterebbe senza ombra di dubbi il centrodestra: dal Nuovo Centrodestra, a Forza Italia, alla Lega Nord, a Fratelli d'Italia. Mentre invece una nuova candidatura nella coalizione del centrosinistra, il che significa un nome del Partito Democratico, potrebbe cambiare gli equilibri, visto che il Ncd potrebbe appoggiare un candidato del partito di cui è partner governativo. Ma diamo per assodato - è la cosa più probabile - che Giuliano Pisapia ritenti la corsa, anche attraverso quella "cosa arancione" a cui sta lavorando per riannodare i fili tra Pd e Sel.

Chi saranno in questo caso i candidati del centrodestra? Innanzitutto va detto che anche da quelle parti ormai si respira aria di primarie e che proprio Milano potrebbe essere il laboratorio migliore per tenere un nuovo test. Il nome più forte è senza dubbio quello di Matteo Salvini, che ha confermato di volersi candidare a sindaco di Milano. Dovrà però superare le perplessità del suo padrino, Roberto Maroni, che, sembra di capire, teme che il segretario del Carroccio sia su posizioni troppo estreme per unire la coalizione e portare il centrodestra alla vittoria.

Il Nuovo Centrodestra, se sarà della partita, dovrebbe provarci con Maurizio Lupi, che nonostante al momento rivesta il ruolo di ministro ha da sempre il pallino di sedere sulla poltrona più importante di Palazzo Marino. La sua candidatura aveva un peso, però, quando questi militava in Forza Italia; nel Nuovo Centrodestra le cose potrebbero essere più complicate (anche se l'appoggio di Cl non è cosa da poco). E Forza Italia? Sarà della partita, sicuramente, ma per il momento nella rosa non è ancora spuntato un nome forte.

ITALY-POLITICS-LEGA NORD-SALVINI

  • shares
  • Mail