Ucciso Giovanni Schubert, il gallerista tagliato a pezzi e gettato nel Naviglio

matteo chigorno intervistaGiovanni Schubert, 76 anni, era un gallerista milanese molto noto: è stato trovato tagliato a pezzi, smembrato, in un canale alle porte della città, al confine tra Milano e Rozzano sull'assai poco profondo fondale del Naviglio in Alzaia Pavese, più o meno in prossimità di via Gattinara. Perché una fine così orrenda? Probabilmente soldi: a ucciderlo è stato Matteo Chigorno, anche lui gallerista e collezionista, oltre che commerciante d'arte.

Di più, per ora, non è dato sapere sul movente: cercando indietro nel tempo, si legge qualche intervista dell'assassino, esperto di writing e aerosol art:

Ciao Matteo, presentati ai visitatori di Aerosolart.it
Sono quel pazzo furioso che, dopo aver diretto una galleria per nove anni… ha deciso di aprirne una e dare spazio a qualcosa di nuovo (...) preferisco guadagnare qualcosa meno e fare il Gallerista che fare il ricco mercante di fuffa-aria

L'intervista risale al 2008, alla mostra Vuote a Rendere - Cans Customizing Art, tenutasi alla Arte2 Gallery dal 24 settembre al 31 ottobre di quell'anno. Schubert invece in passato aveva avuto qualche problema con la giustizia - risoltosi poi nel nulla - e si legge qualcosa a riguardo su crimeblog.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: