La Metro 4 sarà completata nel 2022

Le ruspe scavano, ma la luce in fondo al tunnel non si vede mai.

Che per la linea blu della metropolitana le cose non andassero per il verso giusto si era capito da moltissimo tempo. Quello che magari ci si poteva augurare era che qualcosa, prima o poi, cambiasse: che i lavori iniziassero senza più intoppi, che i finanziamenti stanziati fossero finalmente sufficienti e che la data di fine lavori potesse essere qualcosa di più di un numero buttato lì a caso. E invece, a quanto sembra, le cose andranno ancora una volta diversamente.

Dal progetto di finire tutta la linea entro Expo 2015, passando per il piano B di avere almeno le due fermate di Linate e Forlanini pronte per tempo, fino al piano C di bloccare tutti i lavori e spostare tutto a quando l'esposizione universale sarà completata, quindi alla fine del 2014. Inutile dire che con il passare dei mesi è quest'ultima l'opzione che sta sempre più prendendo piede: si vuole evitare, infatti, che i turisti che accorreranno in città per il grande evento si trovino in una Milano tutta un cantiere. Meglio allora posticipare ancora (tanto ormai...). E però c'è un grosso "ma".

Bloccare i cantieri durante Expo significherebbe di fatto rinunciare ai finanziamenti dello Stato e delle banche, con costi aggiuntivi che potrebbero arrivare fino a 50 milioni di euro. Se non bastasse, si registra pure la netta contrarietà del governo. E quindi, come uscirne? L'equilibrio che la giunta va cercando è di quelli delicati: evitare che i cantieri si sovrappongano eccessivamente con Expo, evitare di trovarsi con spese lievitate di altri 50 milioni ed evitare di accumulare ulteriori ritardi.

Ragion per cui si cerca la soluzione di compromesso: continuare gli scavi solo nelle zone meno coinvolte dall'esposizione e meno bazzicate dai turisti; mentre i lavori a San Babila e Sant'Ambrogio verrebbero completamente bloccati, in modo che chi si trovasse a passare di lì non debba vedere nemmeno una ruspa al lavoro. Uno stop ai lavori che costa, visto che alle imprese bisogna pagare il periodo in cui uomini e macchinari sono stati tenuti forzatamente fermi. Se non bastasse, aggiungiamo una considerazione personale: se la nuova scadenza è al 2022, e considerando quanto queste scadenze vengono rispettate, quando mai vedremo finalmente in funzione la metro 4?

metro-620x35012

  • shares
  • Mail