Rischio di sciopero dei taxi da mercoledì 17

Il nemico è sempre lo stesso: Uber.

Per far sentire la propria voce non c'è niente di meglio che mettersi di mezzo nei giorni in cui i riflettori sono accesi sulla città, e a settembre sembra capitare un'occasione che casca a pennello: la Milano Fashion Week. Proprio tra il 17 e il 22 settembre, quindi, potrebbero partire gli scioperi dei taxi che in questi giorni stanno venendo minacciati. E potrebbe trattarsi anche di scioperi selvaggi, senza preavviso.

Si potrebbe cominciare già da mercoledì prossimo, quindi. Ma qual è la ragione delle proteste? La solita, quella che negli ultimi anni ha causato la rabbia di un'intera categoria: Uber, il sistema di noleggio auto con conducente via applicazione sullo smartphone. Di mezzo, ci sono anche i suoi derivati, come Uberpop. A niente sono servite finora le sponde offerte dall'amministrazione e le leggi messe in campo per fermare "i nemici" (cioè le innovazioni concesse dalla tecnologia).

I tassisti sembrano essere scesi sul piede di guerra: "Non saranno tollerate deroghe allo sciopero". Ma forse è proprio questo clima da guerra creato da un gruppo di tassisti facinorosi (sembra che siano "quelli di destra del turno di notte") che si sono resi già responsabili di azioni deprecabili che gli si ritorcerà contro. Per due ragioni: la maggior parte dei tassisti vuole mantenere lo scontro su un terreno civile e un po' perché durante la settimana della moda si lavora tanto. Il che potrebbe far passare la voglia di bloccare tutto.

In tutto questo, vale la pena di sentire le dichiarazioni rilasciate a Repubblica Milano da un ex tassista poi diventato autista per Uber: "Siamo regolari da una norma fatta quando non c'erano i telefoni cellulari, non c'era internet, non c'erano gli smartphone. Voglio dire, le cose cambiano no?". Il lavoro sui taxi, poi è duro, turni forzati e vincoli. Da qui la decisione di investire 30mila euro per un'auto di rappresentanza e candidarsi per Uber: "Mi hanno chiamato il giorno dopo. Dai la disponibilità quando vuoi, ogni settimana Uber ti fa il bonifico rispetto alle corse che hai fatto. Ti gestisci la vita come vuoi, i pagamenti sono tutti con carta quindi non si evade un euro". Oggi, dopo aver sfruttato Uber ed essersi creato una clientela diretta, arriva a 3mila euro netti al mese.

Taxis are parked near the Circus Maximus

  • shares
  • Mail