Il Bosco Verticale è il grattacielo più bello del mondo?

Finalista, assieme ad altri quattro, nell’International Highrise Award 2014.

Il Bosco Verticale di Porta Nuova è il grattacielo più bello del mondo? La domanda è ancora senza risposta, ma quello che è certo è che la coppia di palazzi progettato dallo studio di Stefano Boeri (e la cui realizzazione è ancora in corso) rientra nella top five. Almeno secondo i giurati dell'International Highrise Award 2014. Si può discutere del Bosco Verticale, può piacere o meno, così come ci sono svariate opinioni sull'enorme ristrutturazione in corso nel quartiere Porta Nuova; ma diciamo una cosa: in un periodo in cui sembra che le nuove meraviglie del mondo sorgano solo a Dubai o Kuala Lumpur, il semplice fatto che la nostra vecchia Milano rientri in questo genere di classifica rende un po' più orgogliosi.

L'International Highrise Award, prima di tutto, è un riconoscimento internazionale che viene assegnato dal 2003 dal Museo di Architettura di Francoforte. E che premia, a differenza di quanto accade in altri premi del genere, più il design che le dimensioni. Insomma, il fatto che il Bosco Verticale non sia poi così alto (soprattutto se lo si confronta con il grattacielo in piazza Gae Aulenti o con i grattacieli condominiali dall'altro lato di Porta Nuova) non inficia la sua posizione.

Gallery: i 5 grattacieli più belli del mondo


E quali sarebbero gli altri quattro in competizione? Abbiamo il grattacielo olandese De Rotterdam (Rem Koolhaas); il One Central Park di Sydney e il Renaissance Barcelona Fiera Hotel (Jean Nouvel) e il complesso Sliced Porosity Block di Chengdu (Steven Holl). E in effetti, a parte per la Cina, è ancora l'Europa e l'Occidente in generale (l'Australia, nonostante la collocazione geografica, vi rientra per forza di cose) a farla da padrona.

Chi sarà il vincitore si saprà il 19 novembre, per il momento l'ex assessore alla Cultura Stefano Boeri si gode il suo momento: “Il Bosco Verticale è una nuova idea di grattacielo, in cui alberi e umani convivono. E’ il primo esempio al mondo di una torre che arricchisce di biodiversità vegetale e faunistica la città che lo accoglie. Sono felice per Milano, per Expo, e ringrazio chi ha promosso e sostenuto il nostro progetto, a partire da Hines Italia e dalle associazioni del quartiere Isola”.

IMG_1200

  • shares
  • Mail