Expo 2015: salta la moschea a Milano

Al suo posto, un unico luogo di preghiera per musulmani, cristiani ed ebrei.

Expo 2015 - Niente Moschea a Milano, almeno per il momento. Niente luogo di preghiera pensato per i musulmani che arriveranno in città in vista dell'esposizione universale. Invece ci sarà un unico luogo di preghiera per i turisti di tutte le religioni, starà a loro trovare il silenzio e la concentrazione necessaria; ma di certo non si tratterà di un luogo pensato per accogliere fedeli di una singola religione.

Nessuna Moschea, quindi, e nemmeno provvisoria. I tempi per le assegnazioni delle aree che sono state pensate a questo scopo sono troppo lunghi: solo il 10 ottobre tra l'altro si saprà quali sono questi spazi pensati all'occasione, il mese successivo si saprà invece quali saranno i criteri per l'assegnazione ed entro al fine dell'anno la decisione finale, che arriverà grazie alla collaborazione di urbanisti, giuristi e tecnici.

Ma non bisogna pensare a questi spazi come necessariamente destinati a diventare moschee, visto che sono ben 31 le confessioni iscritte all'albo apposito. Tra questi, evangelici, buddisti, pentecostali. Ma è praticamente certo che almeno uno di questi spazi verrà dedicato a una moschea. Cosa che fa imbestialire Lega Nord e Fratelli d'Italia, che continuano a lavorare al loro referendum contro la moschea e che sfruttano biecamente quanto sta avvenendo in Medio Oriente per evocare il rischio terrorismo e agire, come sempre, sulle paure dei cittadini.

Paura tanto più infondata dal momento che l'eventuale moschea (a questo punto quando e se si farà) sarà affidato a un gruppo che avrà dato prova di radicamento sul territorio, trasparenza di finanziamenti e di referenti, dialogo con le altre religioni e programmi culturali. Dovranno inoltre sottoscrivere un patto con la città (ma queste sono cose più che altro simboliche). Quello che conta è che non c'è ragione di pensare che una moschea a Milano sia necessariamente preda di aspiranti terroristi, così come non avrebbe senso pensare che chiunque entra in una chiesa sia un'oltranzista di Militia Christi. E spesso il modo migliore per evitare che alcune posizioni si radicalizzino, è semplicemente quello di far sentire queste persone parte di una comunità inserita. Proprio il ruolo che la moschea potrebbe giocare.

moschea

  • shares
  • Mail